GazzettaWeb.info
loc
aziendeonline
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

MARIO LUZI OVVERO ANELITO DI UN’EPICA SALVEZZA

Scritto da redazione il 19/12/2014
 MARIO LUZI OVVERO ANELITO DI UN’EPICA SALVEZZA

La formula Letteratura come vita che definisce l’ermetismo fiorentino, assume nella lirica di Mario Luzi il sembiante più originale e il significato più profondo. Fin dall’esordio degli anni trenta, la poesia di Mario Luzi si configura infatti come una sorta di conoscenza tramite „cifre e sfavilìi”, oppure con le parole di San Paolo:”videmus nunc per speculum in aenigmate, tunc autem facie ad facies”. Così Mario Luzi e le sue poesie si confrontano all’inizio con le forme oscure, distorte, confuse del mondo sensibile riflesso da uno specchio, ma per fede amore e speranza riusciranno poi a vederle faccia a faccia. L’essenza trascedentale del mondo va essere rivelata per un linguaggio destinato ad esprimere per mezzo di segni una realtà più profonda, quella della salvezza. La trascendenza stessa, insieme all’intuito d’origine cristiana, offre i segnali di uno sconfinato evolversi della Creazione, di una sconfinata, eppur misteriosa offerta del Creatore fatta al mondo. L’esegesi italiana considera Mario Luzi, nato cent’anni fa, una delle vette della poesia cristiana europea. Colui che tenta di capire il male quale principio che sfugge all’intelligenza umana, di avere un dialogo con Dio, rivendicando il suo diritto di conoscere tramite domande le risposte dell’Onnipotente, non esita a formulare il proprio credo etico ed estetico: „ho vissuto il cristianesimo come una via di ricerca, di perfettibilità. Il Vangelo è una sveglia che non ti permette mai di languire”
Solamente nella seconda tappa della sua opera, Luzi, nel tentativo di interpretare „l’occasione metafisica del mondo”, va confrontandosi con un mondo sfigurato e disfatto in cui è sempre più difficile riconoscere il sigillo divino. L’ottimismo, la prospettiva di fiduciosa attesa, che distinguevano la prima tappa della sua poesia, si lasciano sostituire da una voce che presagisce l’anelito di una „epica salvezza” tramite un’umana avventura sempre più straziante (siamo già negli anni della seconda conflagrazione mondiale). E’ così che interviene nell’opera del poeta quella svolta, da lui stesso qualificata quale passaggio dallo stato di contemplazione alla discesa verso i problemi ineludibili e urgenti del mondo, cioè, citando una sua silloge del 1963, „La discesa nel magma” , la sua vera rottura dalle procedure della tappa anteriore. Diamo la parola al poeta con un testo tratto dal volume appena ricordato:

Il Giudice



"Credi che il tuo sia vero amore? Esamina
a fondo il tuo passato" insiste lui
saettando ben addentro
la sua occhiata di presbite tra beffarda e strana.
E aspetta. Mentre io guardo lontano
ed altro non mi viene in mente
che il mare fermo sotto il volo dei gabbiani
sfrangiato appena tra gli scogli dell'isola,
dove una terra nuda si fa ombra
con le sue gobbe o un'altra preparata a semina
si fa ombra con le sue zolle e con pochi fili.
"Certo, posso aver molto peccato"
rispondo infine aggrappandomi a qualcosa,...

» Leggi ancora...




Natale è alle porte!
22/12/2014
Natale è alle porte.
E, per non banalizzare l’evento, interpretandolo solamente come mero incontro conviviale e di puro scambio di regali, il nostro pensiero non può non soffermarsi, per un attimo almeno, alla peculiarità del corso degli eventi che l’attuale momento storico, l’inizio del XXI secolo, il 3° Millennio, ci sta riservando.
Infatti, oggi più che mai, appaiono in crisi i principi fondamentali del vivere civile, con riguardo in particolare alla politica e al governo delle nazioni; ...
FESTA DELL’AVIS A POGGIO IMPERIALE NEL SEGNO DELLA SOLIDARIETA’ E DELL’ALTRUISMO
19/12/2014
Domenica 21 Dicembre, nel 27° anniversario della fondazione della sezione AVIS (Associazione Volontari Italiani Sangue) di Poggio Imperiale intitolata al suo fondatore Mons. Giovanni Giuliani “Don Nannino”, si svolgerà la consueta festa degli auguri di fine anno.
Il programma prevede alle ore 17.00 l’accoglienza delle AVIS comunali consorelle presso la sede di via Cadorna; alle ore 18.00 la partenza del Corteo dei Labari a cui partecipano non solo le AVIS consorelle, ma sarà presente...
“A piccoli passi” di Elena Barbarossa
19/12/2014
Recentemente, nella sala “Franco Marasca” delle “edizioni del Rosone”, via Zingarelli, Foggia, Giucar Marcone ha presentato l’opera prima di Elena Barbarossa “A piccoli passi”, una silloge poetica che parla soprattutto d’amore.
La copertina - ha detto il relatore - è un elemento importante del libro, è l’abito fatto su misura per catturare l’attenzione del lettore, un abito scelto dall’editore in collaborazione col grafico e con l’autore. E’ un po’ il biglietto da visita offerto al lettore, la...
ARTE IN GUERRA
17/12/2014
Vi siete mai chiesti come hanno fatto le grandi opere d’arte ad arrivare sino ai nostri tempi superando i più tragici eventi della storia? I più bei capolavori come hanno superato la Seconda Guerra Mondiale? Negli ultimi anni l’argomento è tornato alla ribalta grazie al best seller di Robert M. Edsel e Bret Witter dal titolo Monuments men e al successivo film tratto da esso. Nello specifico, i Monuments erano persone appartenenti ad una sezione dell’esercito anglo-americano denominata MFAA,...
L’ALBERO DI ENRICA
15/12/2014
La scorsa settimana, per tre giorni, all’interno dell’Ipercoop di Foggia è “nato” un albero particolare, guardato con curiosità dai tanti frequentatori dell’ipermercato. Che aveva di strano, da dove veniva? Era terrestre o d’altro pianeta? A questo interrogativo rispondiamo che l’albero misterioso era decorato con addobbi ricavati dall’utilizzo di bottiglie di plastica non più utilizzate, ovvero bottiglie destinate al macero. Fantastiche le decorazioni che hanno suscitato l’ammirazione della...
SAN SEVERO – CENTRO CULTURALE E DELLE ARTI a.n.s.e RASSEGNA DI PITTURA INCISIONE E SCULTURA
14/12/2014
Sabato 13 dicembre presso il centro culturale e delle arti di via Valeggio a San Severo, è stata inaugurata una nutrita collettiva. L’incontro artistico è stato organizzato con sapienza dal decano dei pittori, l’esperto Anselmo Maggio.
E’ questo un evento che possiamo considerare come un momento d’incontro fra gli artisti del nostro territorio e gli amanti dell’arte che erano presenti numerosissimi.
Un viaggio affascinante attraverso i colori e le forme, capace di emozionare e far sognare,...




Sponsor
Gazzetta Web