GazzettaWeb.info
loc
aziendeonline
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

GIOVANI E LAVORO: le nuove prospettive.

Scritto da redazione il 2/3/2015
GIOVANI E LAVORO: le nuove prospettive.

GIOVANI E LAVORO: le nuove prospettive.
di Mara Romano
(Centro Studi Territoriale Poggio Imperiale)


In Italia la situazione lavoro spaventa sempre più. La crisi economica ha aggravato la condizione dei giovani italiani peggiorando le opportunità di trovare un’occupazione, di stabilizzare il percorso lavorativo, di realizzare le condizioni per conquistare una propria autonomia dalla famiglia di origine e di formare un proprio nucleo familiare.
Così, mentre il tasso di disoccupazione aumenta, diminuiscono speranza e motivazione.
Ragazzi e ragazze studiano per anni, investendo economicamente sul proprio futuro, seppure con la consapevolezza che le probabilità di “sistemarsi” saranno poche.
Nella scelta del percorso di studi da intraprendere, i giovani si trovano davanti a un bivio: “scegliere ciò che mi piace o scegliere ciò che mi da più possibilità di lavoro?”
Un tempo si preferivano i licei, volti a una formazione completa per poi avere più opzioni nella scelta universitaria.
Oggi sempre più adolescenti si indirizzano verso le scuole professionali, con la speranza di iniziare subito a lavorare e soprattutto guadagnare.
Secondo recenti studi, in Italia aumenta la richiesta lavorativa nel settore della moda, nel tradizionale campo agroalimentare e nella sempre più sviluppata tecnologia. Non deludono il campo della finanza e dell’ingegneria. Sottovalutate e a volte sottopagate, le discipline umanistiche.
L’università di Chicago stila la Classifica dei lavori che rendono felici, per coloro che sono dell’idea che “i soldi non fanno la felicità”. Si, perché a prescindere dal guadagno mensile, si può essere felici svolgendo un lavoro utile alla società e che dia soddisfazione personale.
Un lavoro che piaccia a chi lo svolge. Ai primi posti troviamo: l’insegnante, il vigile del fuoco, il fisioterapista, lo scrittore… mestieri nobili e di grande responsabilità. Sempre alla moda certo, ma che di sicuro non arricchiscono.
Se può interessare questo è il link della classifica dei 10 lavori che rendono felici
http://www.ultimenotizie.we-news.com/cronaca/estera/6284-la-classifica-dei-dieci-lavori-che-rendono-le-persone-piu-felici#



Così come ci sono tanti giovani, e non, alla ricerca disperata di un lavoro, molti sono quelli che non hanno preso neanche il diploma.
Alcuni sono certi che sia inutile, altri per mancanza di autostima o opportunità.
Tempo fa la laurea era considerata elemento principale per un futuro degno di nota. Ora invece per molti è addirittura inutile, una perdita di tempo, in un Paese in cui purtroppo tanti laureati non riescono ad emergere.
Studiare è un diritto di tutti, rinunciarci è da incoscienti.
Quel “foglio”, la laurea, è una speranza. La speranza di avere prima o poi un riconoscimento per i sacrifici fatti e gli ostacoli affrontati. Inoltre è cultura. Se proprio non possiamo lavorare, almeno riusciremo a pensare. E un giorno o l’altro avremo tutti l’occasione di dimostrare chi siamo.

» Leggi ancora...




IL FENOMENO RELIGIOSO NELL’ERA HI-TECH
25/2/2015
IL FENOMENO RELIGIOSO NELL’ERA HI-TECH
di Nicla Simeone (Centro Studi Territoriale di Poggio Imperiale)

Oggi, più che mai, ci chiediamo se sia possibile o meno parlare di religione o religioni: l’uomo ha un rapporto con il divino oggi?
É difficile definire “che cosa sia la religione”, data la trasversalità del fenomeno, che attraversa ogni ambito, ogni contesto umano e sociale.
Il teologo Friedrich Schleirmacher, ha definito la religione come “intuizione e sentimento dell’universo”, il...
NON FACCIAMOCI RUBARE LA SPERANZA
23/2/2015
NON FACCIAMOCI RUBARE LA SPERANZA

Eliminiamo i luoghi comuni con i quali siamo riconosciuti all’estero. Puntiamo su risorse, energie, talento e bellezza per immetterci sicuri e vincenti nel futuro

di Antonietta Zangardi

Nel web è cliccatissimo un video di alcuni minuti a cura del Ministero dello Sviluppo Economico e presentato alle potenze mondiali presenti al World Economic Forum svoltosi a Davos-Klosters, in Svizzera dal 21 al 24 gennaio 2015.
Una nostra eccellenza, Andrea Bocelli, ...
DECANTO...
21/2/2015
La casa vinicola Valle dell'Elce e la casa editrice Edizioni del Poggio
Vi Invitano a:
DECANTO – Aperitivo Letterario.
Cultura e letteratura ma anche arte e musica sono gli argomenti della rassegna "DECANTO, Aperitivo Letterario". Una serie di appuntamenti che la Cantina VALLE DELL'ELCE inaugurerà il 14 marzo 2015 e avranno cadenza mensile in virtù del binomio vino e cultura.
L’idea è quella di ritrovarsi riuniti in un contesto conviviale, con un calice di vino ed ascoltare una narrazione,...
Donne e lavoro: le eccellenze Made in Italy
20/2/2015
“… perché essere donna è così affascinante,
un’avventura che richiede molto coraggio,
una sfida che non finisce mai in un mondo fatto dagli uomini e per gli uomini.”
O. Fallaci



Inevitabile citare una delle figure più controverse del Novecento italiano per riflettere sui personaggi femminili che hanno lasciato un grande segno e tutt’oggi si fanno protagoniste indiscusse nella storia del nostro Bel Paese.
La donna, spesso madre lavoratrice, dinamica, intellettuale, scienziata e...
PAPA FRANCESCO RICONOSCE IL RUOLO STRATEGICO DELLE DONNE NELLA NOSTRA SOCIETA’
17/2/2015

PAPA FRANCESCO RICONOSCE IL RUOLO STRATEGICO DELLE DONNE NELLA NOSTRA SOCIETA’
di Antonietta Zangardi

Prendo spunto dalla seguente notizia pubblicatA su Avvenire del 15 febbraio 2015 per avviare delle riflessioni sull’importanza della “ donna” nel pensiero dell’attuale Papa.

“Seguendo le indicazioni di Papa Francesco per una valorizzazione del ruolo della donna nella Chiesa, il cardinale segretario di Stato vaticano, Pietro Parolin, ha nominato una donna, Mariella Enoc, nuovo...
PROCESSO GIARDINETTO - TROIA: ASSOLTI BALICE E PICCIRILLO, PRESCRIZIONE PER DE MUNARI
17/2/2015
Il 22 gennaio scorso è stata emessa la sentenza del processo riguardante la discarica di Giardinetto presso l'ex Tribunale di Lucera dal Collegio giudicante formato dal presidente Giancarlo Pecoriello, e i giudici a latere Giuseppe Sciscioli e Giulia Stano. Il giudice ha pronunciato la sentenza di assoluzione nei confronti di Vito Balice e Vincenzo Piccirillo perché il fatto non sussiste. Estinti per prescrizione le imputazioni di reato a carico di Giuseppe De Munari.
Già nel corso dell'ultima...




Sponsor
Gazzetta Web