GazzettaWeb.info
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

DALLA VITA GLI SPUNTI PER I COMPITI DELLE VACANZE

Scritto da Antonietta Zangardi il 29/7/2015
DALLA VITA GLI SPUNTI PER I COMPITI DELLE VACANZE

L’era tecnologica che stiamo vivendo ci fa dimenticare i valori essenziali che abbiamo in noi.
Non ci vuole niente per riscoprirli!
Per questa estate è bastato che un giovane professore di Filosofia del Liceo “Don Bosco” di Fermo, Cesare Catà, abbia assegnato ai suoi allievi dei compiti particolari per le vacanze, per accorgerci che la normalità è speciale.
Sul web i quindici esercizi assegnati dal prof. per l’estate, hanno ottenuto “un’ola di like”, attraversando l’Italia e giungendo in mezzo mondo.
Perché tanto successo? Forse perché abbiamo tutti “sete di bellezza, di coraggio, di lealtà”, valori che ritroviamo negli studi umanistici.
Ecco di seguito i quindici singolari esercizi assegnati per l’estate.

Esercizio n.1: al mattino, qualche volta andate a camminare sulla riva del mare in totale solitudine: guardate come vi si riflette il sole e, pensando alle cose che più amate nella vita, sentitevi felici.


"andate a vedere l'alba almeno una volta"

2. Cercate di usare tutti i nuovi termini imparati insieme quest’anno: più cose potete dire, più cose potete pensare. E più cose potete pensare, più siete liberi.
Il mondo si cambia con la potenza della letteratura: imparare nuove parole significa conoscere cose in più e quindi fare dei passi avanti.


"Siate felici! Ballate senza vergogna!"

3. Leggete quanto più potete. Non per dovere. Leggete perché l’estate vi ispira avventure e sogni, e leggendo vi sentirete simili a rondini in volo. Leggere è la migliore forma di rivolta che avete.
Il prof consiglia quindi di leggere un’opera a caso di Shakespeare, per riconoscere la cattiveria e la bontà delle persone, e il Timeo di Platone per scoprire se stessi.
4. Evitate tutte le cose, le persone che vi rendono negativi e vuoti: cercate situazioni stimolanti e la compagnia di amici che vi arricchiscono, vi comprendono e vi apprezzano per quello che siete


"Cercate amici che vi arricchiscono!"

5. Se vi sentite tristi o spaventati, non vi preoccupate: l’estate mette in subbuglio l’anima. Provate a scrivere un diario per raccontare il vostro stato.
6. Ballate senza vergogna. In pista o in camera vostra. L’estate è una danza ed è sciocco non farne parte.


"Leggete quanto più potete!"

7. Almeno una volta andate a vedere l’alba. Restate in silenzio e respirate. Chiudete gli occhi, grati.
8. Fate molto sport.


"Riguardate gli appunti delle lezioni e rapportateli alla vita"

9. Se una persona v’incanta, diteglielo con la sincerità di cui siete capaci.
10. Riguardate gli appunti delle lezioni: per ogni autore e concetto fatevi domande e rapportatele a quello che vi succede.
Il punto è capire se gli autori e filosofi studiati c’entrano con la vita che i giovani stanno vivendo. La scuola e la vita non sono due cose separate.


"Nella luce sfavillante delle notti calde, sognate!"

11. Siate allegri come il sole, indomabili come il mare.
In altri termini, il prof. consiglia di essere romantici. Il romanticismo è la...

» Leggi ancora...




Piero Tony, un magistrato contro la gogna giudiziaria!
1/8/2015
Piero Tony, un magistrato contro la gogna giudiziaria!
di Lorenzo Bove

In questo periodo sono in vacanza a Poggio Imperiale, il mio paese di origine, dove solitamente trascorro l’estate.
Lo status di pensionato mi permette ora di avere a disposizione molto più tempo libero rispetto a prima e, quindi, posso fare tutto con più calma e maggiore serenità.
Il mese di luglio si è rivelato particolarmente caldo, con punte che hanno sfiorato i 40° e tassi di umidità molto elevati; ma, per...
SEVERINO TREMATOR PITTORE E UOMO DEL SUD
23/7/2015
Vi sono storie che ti affascinano ancor prima di leggerle, sfogliando il libro che le racconta, guardando l’iconografia che si snoda nelle pagine e leggendo le didascalie.
Chissà perché la Storia ritrovata di Severino Trematore mi ha catturato subito.
A raccontarci questa storia è Walter Scudero, medico di Torremaggiore dagli interessi molteplici, attento ricercatore, scrittore, appassionato d’Arte, di pittura, scultura.
E questa Storia ritrovata l’ho letta due volte: una prima lettura...
IL DIALOGO NECESSARIO TRA LE CIVILTÁ
7/7/2015
Esattamente quattro anni fa (marzo 2011) i talebani sbriciolarono a colpi di cannone i giganteschi Buddha afgani, patrimonio dell’umanità, provocando l’esecrazione del mondo intero. Nei mesi scorsi gli islamisti del sedicente califfato dell’Isis, dopo l’orrore suscitato dalla barbara decapitazione in diretta di tanti poveri malcapitati, hanno proseguito nella devastazione del patrimonio culturale mediorientale, con un’accelerazione incredibile nelle ultime settimane.
Con una voluttà selvaggia...
RISCOPRIRE PER RITROVARSI: LUNGA VITA A CASTELFIORENTINO
3/7/2015
RISCOPRIRE PER RITROVARSI: LUNGA VITA A CASTELFIORENTINO
di Rossella Gravina
(Simposio Culturale del Centro Studi Territoriale, Poggio Imperiale)

Il 20 giugno scorso il Castello ducale di Torremaggiore, nell’ambito delle giornate del corteo storico di Fiorentino e di Federico II, ha ospitato il III Convegno nazionale di studio su Fiorentino ville désertée, dalla ricerca alla valorizzazione.
Alla ricca giornata hanno collaborato l’Università degli Studi di Bari, l’ École Française de Rome e...
L’album di Milano, una mostra di Emilio Giannelli
21/6/2015
L’album di Milano, una mostra di Emilio Giannelli
di Lorenzo Bove

Si è conclusa a Milano, nei giorni scorsi, una interessante e quanto mai originale mostra, organizzata da “La Rinascente”, che festeggia quest’anno i 150 anni dalla sua fondazione da parte dei fratelli Bocconi. Un progetto di Giangiacomo Schiavi e del «Corriere della Sera», in collaborazione con la Banca Popolare di Milano.

Si tratta di 150 vignette, disegnate dal geniale artista Giannelli e pubblicate nel tempo sul...
INCONTRO CON IL POETA MICHELE URRASIO
19/6/2015
Una mattinata letteraria dedicata all’incontro con l’autore ha avuto luogo martedì, 9 giugno scorso, ad Alberona, nella Sala Auditorium “V. D’Alterio”. Gli alunni della Scuola Media Statale “G. Strizzi” hanno incontrato il poeta Michele Urrasio, del quale, durante l’intero anno scolastico, avevano letto, commentato e studiato le ultime quattro sillogi, Tempo senza tempo, 2005;’A ’ddore u pane, 2007;Le radici del sentimento, 2010;Sillabe di silenzio, 2013.
Attentamente guidati dalle...




Gazzetta Web