GazzettaWeb.info
COLLABORA
corsi
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

'Temet nosce: inaugurazione Torre Bizantina e Meta Museo delle Battaglie'

Scritto da redazione il 20/6/2012


'Temet nosce: inaugurazione Torre Bizantina e Meta Museo delle Battaglie'

Sabato 23 giugno 2012
ore 20:30
Largo Torre, Castelluccio Valmaggiore, Foggia

'Temet nosce:inaugurazione Torre Bizantina eMeta Museo delle Battaglie'

L’estate castelluccese si apre con una manifestazione    culturale di alto livello. Protagonista l’antica torre bizantina, costruzione eretta nel borgo del preappennino daunio verso l'anno mille, recentemente ristrutturata e destinata ad ospitare il nuovo museo multimediale, fortemente voluto dall'amministrazione comunale di Castelluccio Valmaggiore e finanziato grazie al Programma Operativo Regionale 2000-2006 “Progetto Integrato Territoriale N. 10 – Monti Dauni".
In questo nuovo contenitore culturale dei monti dauni, sabato 23 giugno 2012 sarà inaugurato il nuovo 'Meta Museo delle Battaglie',    percorso museale innovativo che, prendendo spunto dalla felice ubicazione del Comune di Castelluccio nei pressi della spianata in cui si svolse l'antica battaglia di Canne (tanti gli studi e i    ritrovamenti che dimostrano come la vera Canne della battaglia sia ubicata in questa parte della Capitanata) , si propone agli utenti/visitatori/studenti/turisti come il primo Museo italiano multimediale interattivo sulla storia narrata, compresa e divulgata attraverso le battaglie di tutte le epoche.
Il Meta Museo infatti, che occupa interamente i due piani della Torre Bizantina, propone tre filoni narrativi interattivi e integrativi. Il cuore pulsante è rappresentato dalla sala per proiezioni in 3D, ubicata nella Sala 1 al primo piano, dove saranno proiettati filmati in alta definizione con occhialini e stereoscopia, per 20 posti complessivi;    nella Sala 2, al secondo piano, grazie ad appositi monitor touch screen, si potranno approfondire tra le 15 e le 20 battaglie che hanno caratterizzato la storia dell'uomo e apprendere nozioni di vario tipo riguardanti il periodo storico, il contesto geo-politico, eserciti, peculiarità, tattiche, armamenti, generali, condottieri, personaggi, statistiche di guerra e molto altro ancora; il terzo filone, quello dioramistico in scala, completa l'esposizione museale in modo prettamente scenografico.

Alla serata-evento, patrocinata da Regione Puglia, Fondazione Banca del Monte 'Domenico Siniscalco Ceci' di Foggia e Comune di Castelluccio Valmaggiore e organizzata dall'agenzia You.Com di Foggia in collaborazione con la Confraternita di Misericordia, della Pro Loco di Castelluccio Valmaggiore e di 'Terre e Gusti', interverranno l'On. Antonio Pepe, Presidente della Provincia di Foggia, Giuliano Volpe, Rettore dell'Università degli Studi di Foggia, Maria Elvira Consiglio, Assessore alla Cultura della Provincia di Foggia, Francesco Andretta, Presidente della Fondazione Banca del Monte di Foggia,    Alfredo de Biase, Soprintendenza ai Beni Culturali di Foggia, Tommaso Lecce, Sindaco di Orsara di Puglia e PIT Manager e Tommaso Farenga, Progettista PIT 10 Puglia. Il programma prevede la seguente scaletta:
ore 20            - Saluti autorità
ore 20:45 - Presentazione del progetto a cura di
                                     Rocco Grilli, Sindaco di Castelluccio Valmaggiore
                                     Pasquale Bloise, presidente Consiglio Comunale Castelluccio                                                                            
                                     Valmaggiore
ore 21             - Proiezione video sulle grandi battaglie della storia del cinema
ore 21:15 - Intervento teatrale a cura della compagnia 'Cerchio di Gesso'
ore 22            - Inaugurazione e visite guidate Museo e Torre
ore 22:30 - Rinfresco con prodotti tipici locali a cura di 'Terre e Gusti'
Che sia l’inaugurazione del 'Meta Museo delle Battaglie' il primo passo per far scoprire il nostro territorio? Ci auguriamo di si. Castelluccio Valmaggiore e questa parte dei Monti Dauni hanno bisogno di simili iniziative culturali per far decollare il turismo, l’economia e …l’occupazione.
scritto da: Antonella Mazzilli



Gazzetta Web