Ai lettori

Scritto da redazione il 10/12/2011


Ai lettori

Cari lettori di Gazzettaweb, comincia oggi questa nuova avventura di Gazzetta Filosofica, una rubrica del sabato pomeriggio che curerò per voi e per il nostro giornale. Gestirò io personalmente questo spazio, che vuole unire tra loro la mia passione per il giornalismo con il lavoro quotidiano di insegnamento della filosofia tra i banchi di scuola del liceo.

Non vorrei tuttavia che la rubrica nascente diventasse troppo pedissequa e scolastica. O così fosse intesa dal pubblico, confondendo il mio ruolo di docenza con quello di scrittura giornalistica. Non si tratta di didattica breve. Anche perché ridurre a poche righe l’immenso patrimonio culturale e dotto della conoscenza e delle scienze filosofiche non è possibile. Motivo per cui gli articoli che seguiranno non saranno rivolti alla scuola. E la mia attività di scrittura sarà da intendersi come assolutamente svincolata da quello che è, in aula, il mio compito di docenza della filosofia.

Il pubblico cui è rivolto il mio lavoro vuole essere vario. Perché a tutti intendo parlare della filosofia. Ai suoi cultori, ai docenti, agli allievi studenti, ma soprattutto alla gente che non faccia necessariamente della filosofia il suo“pane quotidiano”.

Per me questa attività di scrittura giornalistica è gioia grande. E spero sarà per voi lo stesso leggermi, e meditare intorno ai temi che da sempre coinvolgono l’umanità intera. Interrogativi ai quali, dopo secoli di ricerca pensata e dialogata, non si riesce ancora a dare risposte definitive.

Probabilmente perché, come pensava Socrate, la filosofia può al più servire a problematizzare le questioni umane, senza necessariamente attendersi delle soluzioni compiute. Meno che mai adottabili una volta per tutte.

Non mi resta che augurarvi una buona lettura, dandovi appuntamento al sabato pomeriggio, ogni settimana, con Gazzetta Filosofica.

Antonietta Pistone