UN MONUMENTO ALL’INCOERENZA

Scritto da redazione il 12/12/2011


UN MONUMENTO ALL’INCOERENZA

Cari amministratori della città di Foggia,
questa volta gli amici della domenica (GADD) potrebbero cominciare la loro lettera aperta con un “siamo andati, abbiamo visto, non ci è piaciuto e abbiamo cercato di provvedere noi, per come abbiamo potuto e saputo fare”.
Abbiamo visto le condizioni del parco giochi di via de Petra, non ci sono piaciute ed abbiamo cercato di pulire, da incompetenti, ma animati da buona volontà, per come abbiamo saputo e potuto fare.
Troppo facile e soprattutto non risolutivo.
Al GADD non interessa andare e pulire, non siamo addetti al verde e tanto meno alla nettezza urbana!
Il nostro impegno per la città è stato e continua ad essere quello di accendere riflettori, richiamando l’attenzione degli organi istituzionali, sulle situazioni che favoriscono la permanenza della nostra città ai posti più bassi della classifica sulla qualità della vita.
Il nostro impegno è stato ed è quello di alimentare speranze di un cambiamento, attraverso la coltivazione del senso civico.
Nei momento di bisogno una comunità si stringe ed insieme cerca soluzioni.
Noi abbiamo cercato di dare un piccolo contributo alla rinascita della città e del senso civico dei cittadini.
Siamo partiti dall’idea che i nostri bambini non sono figli di un dio minore e meritano tutte le cure e le attenzioni perché crescano con lo spirito giusto e con l’idea che il gioco comune sia elemento di condivisione di tempi e di spazi con gli altri bambini.
Un parco giochi a questo serve.
In via de Petra abbiamo scoperto un parco giochi, senza parlare del percorso salute lì presente, di tutto rispetto in condizioni di abbandono e di degrado assoluto.
Abbiamo visto, non ci è piaciuto e per tre domeniche siamo stati a ripulirlo, non per consegnarlo alla città con i suoi abitanti, ma alle istituzioni perché continuassero nell’opera da noi iniziata.
Abbiamo fatto nei giorni scorsi una campagna di volantinaggio presso gli abitanti dei quartieri viciniori, perché quest’ultima domenica gli stessi venissero con noi a rendere fruibile il parco per i “loro” figli.
Questa domenica abbiamo raccolto tanta immondizia e sterpaglia per farne un cumulo su cui mettere il cartello ad indicare “il monumento all’incoerenza”.
Abbiamo chiamato l’Amica nei giorni scorsi attraverso una mail inviata alla segreteria del presidente per avvertirli che saremmo andati lì questa domenica e avremmo lasciato del lavoro per loro.
Abbiamo chiamato l’amministrazione con messaggi privati ed un comunicato stampa perché venisse con noi cittadini a condividere il percorso, convinti che si risalgono le classifiche se istituzioni e cittadini viaggiano insieme.
L’Amica non è venuta e l’amministrazione nemmeno.
Abbiamo lasciato sul posto il MONUMENTO ALL’INCOERENZA.
Noi del GADD abbiamo dato e con noi il COMITATO “TRATTURO ORDONA –LAVELLO che con noi è venuto a ripulire l’area, ora tocca ad altri!!

infocontatto: amicidelladomenica@gmail.com