MINORANZE LINGUISTICHE: LA DISATTENZIONE DELL’ON BORDO

Scritto da redazione il 14/3/2012


MINORANZE LINGUISTICHE: LA DISATTENZIONE DELL’ON BORDO

Giusto il francobollo per Faeto ma ci sono anche Chieuti e Casalvecchio di Puglia

Giusto promuovere e difendere la cultura francoprovenzale di Faeto (e Celle San Vito) ma non va dimenticato che in Capitanata esiste anche l’enclave “arbëreshë” di Chieuti e Casalvecchio di Puglia. Isole culturali e linguistiche ormai soverchiate dalla poca attenzione da parte delle Istituzioni e che restano in vita grazie allo sforzo di poche realtà e ai minimi incentivi riconosciuti dalle normative in materia. Il Centro Studi Tradizioni Popolari “Terra di Capitanata” plaude all’iniziativa dell’on Michele Bordo (Pd), che ha presentato un’interrogazione al Ministro per lo Sviluppo Economico, Corrado Passera, affinché venga emesso un francobollo in doppia lingua (italiana e francoprovenzale), ma non nasconde la sua delusione per una disattenzione nei confronti dell’altra realtà (http://www.terradicapitanata.it/tradizioni-popolari/la-cultura-arbereshe.html) che merita quantomeno di essere sanata.
Bene per Faeto e Celle San Vito (http://www.terradicapitanata.it/tradizioni-popolari/la-cultura-franco-provenzale.html) ma riteniamo che la stessa attenzione debba esse4re spesa anche per l’altro angolo della Daunia dove sussistono minoranze linguistiche con tradizioni e consuetudini tramandate nei secoli. Da qui il nostro appello all’on. Bordo a che questa occasione non venga sciupata. Le comunità linguistiche della nostra provincia stanno attraversando un periodo non felice grazie proprio al disinteresse generale. Un “tesoro culturale” che va preservato, difeso e promosso affinché diventi anche un valore aggiunto per il territorio. Un impegno che come Centro Studi ci vede in prima linea ma che necessita anche del sostegno istituzionale.
Centro Studi Tradizioni Popolari
TERRA DI CAPITANATA