L’AVIS di Poggio Imperiale dona un defibrillatore per la comunità

Scritto da redazione il 5/1/2013


L’AVIS di Poggio Imperiale dona un defibrillatore per la comunità

L’associazione ha festeggiato i venticinque anni della sua istituzione    ed ha intitolato la stessa al socio fondatore mons. Giovanni Giuliani, Don Nannino.

Grande festa il 23 dicembre 2012 per l’AVIS (Associazione Volontari Italiani Sangue) di Poggio Imperiale, una delle più attive nel territorio con più di n.400 donazioni nel corso dell’anno 2012. Numerosa la    partecipazione dei rappresentanti dell’AVIS Provinciale di Foggia delle consorelle di San Severo, Apricena e Lesina oltre ai donatori e    simpatizzanti.
Dopo la celebrazione della Santa Messa, celebrata nella Parrocchia di San Placido M. dal Parroco Don Luca De Rosa, si sono ritrovati tutti presso il salone della Scuola Primaria dove si è dato inizio alla celebrazione dell’intitolazione della sezione AVIS al socio fondatore mons. Giovanni Giuliani, da tutti detto affettuosamente don Nannino.
Si è data lettura delle motivazioni per le quale il direttivo, con delibera datata 22.11. 2012, ha intitolato, dopo venticinque anni della sua fondazione,    la Sezione AVIS al Sacerdote mons. Giovanni Giuliani, don Nannino, socio fondatore e donatore, che si era sempre impegnato nel sociale, che non abbandonava mai i più deboli, che si metteva a disposizione di tutti, specialmente dei malati, era sempre in prima linea, sapeva ascoltare e consigliare.
Don Nannino, sacerdote dalla cultura poliedrica, ha dato lustro al nostro paese con la sua tenacia, il suo altruismo e la sua fede. Intitolargli la sezione AVIS è un modo per tramandare il suo nome, la sua abnegazione ed il suo altruismo. È stato socio fondatore, sempre prodigo di attenzioni per gli ultimi, i bisognosi, i sofferenti, mettendo in primo piano e favorendo le associazioni che avessero come scopo la solidarietà, la promozione umana e culturale, oltre che religiosa.
La festa è continuata con la consegna della benemerenza in oro ai primi due soci che hanno superato le 50 quote di donazione del sangue, Antonio Giacò, fondatore e già presidente dell’Associazione per un ventennio e la donatrice Antonia Cattafi.
Si è passati quindi alla presentazione del defibrillatore che la Sezione AVIS ha acquistato e messo a disposizione di tutta la comunità.
Il presidente della sezione, geom. Nazzario Mazzarella ha invitato sul palco il dott. Donato Carafa, responsabile del Centro Trasfusionale dell’Ospedale di San Severo, che ha illustrato ai convenuti in modo chiaro e semplice, il valore della donazione del sangue e la necessità della dotazione di un defibrillatore. Ha elencato i vantaggi della presenza di un mezzo salva vita tra i più utili attualmente, unico esistente e a disposizione di tutta la comunità di Poggio Imperiale.
La festa    è stata allietata dal cabarettista televisivo Sasà Spasiano e, per tutta la serata, si è svolta una tombolata di solidarietà pro Fondazione AVSI, Associazione Volontari per il Servizio Internazionale, che dal 1972 è in cammino per la dignità della persona. Tutto il ricavato per la vendita delle cartelle è stato devoluto per il Sostegno a distanza di un bambino adottato dall’AVIS di Poggio Imperiale. La gara di solidarietà è stata fruttuosa, i presenti alla manifestazione hanno offerto il loro contributo prendendo le cartelle della tombola.
A fine serata è stato offerto a tutti i partecipanti alla festa un buffet con il taglio della torta.
scritto da: Antonietta Zangardi