GazzettaWeb.info
COLLABORA
corsi
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

A Foggia sono tutti dottori

Scritto da redazione il 26/12/2012


A Foggia sono tutti dottori

Che ne dite del Natale che abbiamo appena trascorso, tra una montagna di rifiuti? A Foggia l’emergenza del 2012 sono stati e sono i rifiuti. Il problema del loro smaltimento è sempre stato grave da qualche anno a questa parte, ma il fallimento della società Amica che si occupava di curare la manutenzione dei cassonetti e la pulizia delle strade cittadine, ha gettato il centro urbano nello sconcerto, e sempre sotto le festività natalizie. La SIA di Cerignola e l’ASE di Manfredonia hanno tentato, con i loro assai limitati mezzi, di portare sollievo, raccogliendo qualche busta di immondizia in giro per la città. Ma nonostante la buona volontà i due servizi, subentrati in attesa che l’AMIU di Bari rilevasse l’intera problematica, pare dal mese di Gennaio 2013, la situazione rimane critica e si aggrava di ora in ora, anche a causa dei lauti banchetti festivi di questi giorni, in cui ci si riunisce in famiglia o con gli amici per festeggiare il Natale. Da più parti si levano cori di cittadini che chiedono l’intervento dell’esercito, le immediate dimissioni del Sindaco e della giunta comunale. Ma, ciononostante, tutto rimane immobile a Foggia, non solo l’immondizia, che ormai giace anche in mezzo alle strade, rendendo difficile la loro percorribilità a piedi o in auto. Il nuovo anno, ormai alle porte, non si appresta con i migliori auspici per la città. E se finalmente un’ordinanza del Sindaco ha proibito la vendita e l’uso dei botti di fine anno, i roghi dell’immondizia, appiccati da incauti avventori, aumentano soprattutto di notte. Sembra che Foggia sia ormai popolata da un manipolo di gente titolata ma incapace di svolgere quei lavori umili, come la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, che pure si dimostrano in tempi di emergenza attività utilissime allo sviluppo civile della comunità. Ormai qui siamo tutti dottori.

Antonietta Pistone


Gazzetta Web