GazzettaWeb.info
COLLABORA
duilio
aid
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

COMUNICATO STAMPA – Il GADD per il monumento ai caduti

Scritto da redazione il 19/9/2011


COMUNICATO STAMPA – Il GADD per il monumento ai caduti

È dalle piccole cose che bisogna ripartire per ridare dignità ad una città offesa.
Piccole cose, ma cariche di significati simbolici.

Ad uno dei puttini della fontana di piazza Italia, che è monumento ai caduti di tutte le guerre, manca un braccio.

Non sappiamo se sia stato l’ennesimo atto di vandalismo o la semplice azione del tempo, ma il fatto è che quel braccio non c’è più e nessuno ha provveduto a restaurare il monumento.

Qualche giorno fa una delle fontane di piazza Navona è stata deturpata da un folle, i lavori di restauro sono cominciati subito per nascondere quella vergogna e ripristinare l’antico splendore.

Ci rendiamo conto come il paragone tra le due opere sia difficilmente proponibile, ma il valore simbolico è lo stesso.

Non sarà opera del Bernini, ma quella fontana è il monumento che ricorda a Foggia i caduti di tutte le guerre.
È un monumento per la pace, è uno dei monumenti della nostra città: merita considerazione e rispetto.

Il gruppo amici della domenica (GADD) domenica 18 settembre ha dato appuntamento per una delle sue solite uscite domenicali presso quel monumento, per richiamare l’attenzione della città, e di chi la stessa l’amministra, su un puttino offeso.
Il GADD si è incontrato lì per chiedere che il braccio del puttino venga ritrovato e che il monumento venga restaurato.

Il GADD sa bene che c’è “ben altro” nella nostra città, ma è convinto anche che una comunità ha bisogno di simboli per riconoscersi e crede che il “cebenaltrismo” sia paralizzante. Il GADD fa, per come può e sa, con l’ambizioso progetto di svegliare e creare coscienza civica.

Quel monumento e quella piazza sono stati un luogo simbolico per tutti i giovani della città nel lento passare delle generazioni.

Ripristinarlo è segno di attenzione per tutti i giovani passati e futuri e per i caduti di tutte le guerre, come monito di pace per una terra che ha dato il suo pesante tributo di sangue alla guerra durante l’estate del '43


Gli Amici della domenica


Gazzetta Web