GazzettaWeb.info
COLLABORA
corsi
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

Cristiani perseguitati e oltraggiati

Scritto da redazione il 16/1/2015


Cristiani perseguitati e oltraggiati

Ancora una volta viene confermato il fatto che i cristiani appartengono ad uno dei gruppi più perseguitati al mondo.

A dimostrarlo è stato l’ultimo rapporto di Open Doors (https://www.opendoorsusa.org/christian-persecution/world-watch-list/), una organizzazione americana che da oltre 60 anni è attiva nella difesa dei cristiani perseguitati in tutto il mondo.

In Italia, la notizia è stata ripresa e diffusa da Il Timone e da Vatican Insider. Secondo Open Doors, sono circa cento milioni i cristiani perseguitati in tutto il mondo.

Senza sorpresa, “il fondamentalismo islamico è la fonte primaria di persecuzione in quaranta dei cinquanta paesi compresi nella lista” di Open Doors.

E questa situazione tende a peggiorare perché “mentre il 2014 sarà ricordato nella storia per aver avuto il più alto livello di persecuzione dei cristiani nell’era moderna, le condizioni attuali suggeriscono che il peggio deve ancora venire».

Allegato:


La situazione è particolarmente grave in Nigeria. Proprio nei giorni dei ripugnanti e abominevoli attentati di Parigi, il gruppo islamista Boko Haram provocava una nuova disgrazia nel paese, sterminando una popolazione di circa 2.000 persone. Questo stesso gruppo aveva già proclamato un “califfato islamico” lo scorso agosto nella città di Gwoza.

Secondo quanto riporta Citizen Go, dall'ufficio dei diritti umani di Ginevra è stata mostrata solidarietà e il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon ha affermato che l'ONU è disponibile a intervenire.

Se è vero, cosa aspetta la comunità internazionale per intervenire? O ancora una volta, saranno soltanto parole?
Così come i cristiani sono perseguitati in tanti paesi del mondo, in Italia una profanazione ripugnante e indegna è avvenuta a Perugia, dove una statua della Madonna è stata distrutta e presa a calci da un gruppo di vandali, che avrebbero anche orinato sopra l'immagine sacra.

Secondo quanto riporta Il Giornale, un uomo stava pregando davanti alla Madonnina di via Tilli, a Perugia, inginocchiato con la fotografia di una persona cara in mano, quando è stato aggredito da un gruppo di persone che lo hanno insultato e gli hanno strappato la foto dalle mani. Quindi si sono accaniti anche contro la statua della Vergine, scaraventandola a terra e spezzandola in due. In seguito, hanno aggravato l'oltraggio orinandoci sopra.

Venerdì, la statua è stata riparata e ricollocata nella sua posizione originaria e sul luogo della profanazione è stato recitato un Santo Rosario di riparazione.

Allegato:


L’Osservatorio sulla Cristianofobia proseguirà nell’impegno di denuncia di tutte le situazioni di violenza e di negazione della libertà religiosa ai cristiani di tutto il mondo!


Silvio Dalla Valle
Responsabile Campagna Osservatorio sulla Cristianofobia
________________________________________
http://www.lucisullest.it/


Gazzetta Web