GazzettaWeb.info
COLLABORA
corsi
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

Due chiacchiere con lo scrittore Raffaele Nigro Premio Campiello con I Fuochi Del Basento

Scritto da redazione il 2/4/2011


Due chiacchiere con lo scrittore Raffaele Nigro Premio Campiello con I Fuochi Del Basento

In occasione della celebrazione che il Liceo scientifico G. Marconi di Foggia ha inteso dedicare al 150° anniversario dell'Unità d'Italia, commemorata il giorno 29 Marzo u.s. presso l'Aula Magna della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Foggia, ho incontrato il giornalista Raffaele Nigro (in foto), caporedattore della sede Rai di Bari, dove vive e lavora. L'avevo già conosciuto qualche anno fa a Foggia in occasione della presentazione del suo capolavoro del 2005 Malvarosa, vincitore dei Premi Mondello e Campiello. Sto leggendo in questi giorni I Fuochi Del Basento, con cui vinse, nel 1987, il Premio Supercampiello. Lo ritrovo su Facebook, e in chat non so trattenermi dal parlargli e dal domandargli. Ne viene fuori una breve intervista nella quale l'autore dell'opera, che può essere definita ad un tempo romanzo storico, meridionalista ed antropologico, con un'attenzione particolare al linguaggio, in cui viene descritta l'oralità dei contesti e della gente del Sud, la famiglia patriarcale, l'onore e la vendetta, la vita dei briganti e le loro scorribande e ruberie, con assalti alla carovane e alle donne, per saziare i loro inevitabili appetiti di maschi delusi, così risponde alle mie domande (riportate senza nessuna correzione del botta e risposta originale in chat).
D: salve sto leggendo i fuochi del basento
complimenti
un bel romanzo storico e familiare
una domanda

R: spero le piaccia. io non l'ho più riletto

D: ma carlantonio era suo nonno?

R: no,tutte balle. invenzioni.

D: ma allora la storia della sua famiglia...è difficile rileggere i propri lavori

R: misi quel cognome solo a tre quarti della stesura,per rendere più credibile la storia

D: quindi è tutta fantasia...
l'intreccio familiare, voglio dire...

R: bè,l'antropologia,la macrostoria, gli usi,molte figure storiche e microstoriche no. la trama e le azioni sì

D: insomma, i Nigro sono stati briganti o no?

R: no.

D: bene
era quello che volevo sapere
perché quando ci siamo incontrati con il liceo marconi, qualche giorno fa, in facoltà a foggia, lei parlò di suo nonno antonio
io pensavo fosse proprio carlantonio
ma i miei alunni sono molto timidi
e non le hanno voluto fare la domanda

R: mio padre antonio

D: ah, ecco, adesso capisco
comunque, si evince uno spaccato della vita dell'epoca molto intrigante
credo che, quando lo avrò finito, ne farò una recensione
poi gliela farò leggere

R: mi farà molto piacere

D: avrei voluto avvicinarla in facoltà
ma poi ho pensato che io la ricordo, ma lei certamente no, tra tanta gente che incontra quotidianamente dovunque va...e mi sono astenuta
come vede, facebook proprio inutile non è...qualche volta;    
è un mio alunno quel ragazzo che le ha chiesto cosa pensa dell'amicizia uno scrittore del suo calibro

R: basta usarlo bene.

D: infatti, è un contenitore come un altro, se ci si aspetta di trovare elementi di pienezza, senza immetterveli in proprio, si è sulla cattiva strada...contenta di aver avuto modo di risentirla
e lieta di averle parlato; è sempre bene confrontarsi con chi si legge

R: anche io. buona domenica. spero di non averle infranto il piacere di trovarsi con una storia vera

D: o no, si figuri, è un romanzo ed è per questo che lo leggo con piacere svagandomi un po'
posso farle una domanda impertinente?

R: perfetto.arrivederci allora

D: la domanda, gliela posso fare?
lei non risponde, e io le chiedo comunque;
sono giornalista anche io

R: dica

D: ritengo che la nostra sia stata comunque una bella chiacchierata tra uno scrittore e un'insegnante che gioca col giornalismo

R: io direi tra due persone. a prescindere dalle professioni e dai piaceri

D: mi autorizza a pubblicare questo botta e risposta sul giornale online gazzettaweb, di cui sono caporedattore?

R: se le pare di qualche utilità

D: credo che la cultura sia sempre utile; lo farò presto e le indicherò il link dell'articolo "Due chiacchiere con lo scrittore Raffaele Nigro". La ringrazio, a presto sentirci.

R: arrivederci

Arrivederci, è stato un piacere parlare con lei
Antonietta Pistone


Gazzetta Web