GazzettaWeb.info
COLLABORA
corsi
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

Esami di Stato in sicurezza

Scritto da antonietta pistone il 13/6/2020


Esami di Stato in sicurezza

Il Marconi si prepara alla maturità
Mascherine - gel - percorsi differenziati

Esami in sicurezza al liceo scientifico Marconi di Foggia. Si insediano lunedì prossimo le commissioni per gli Esami di Stato che come è noto si svolgeranno in presenza. Ai dirigenti scolastici il compito di assicurare tutte le misure di sicurezza per candidati, commissari e personale scolastico. Sulla base del Protocollo di intesa sottoscritto dal Ministero e dalle organizzazioni sindacali, e del Documento Tecnico adottato dal Comitato Tecnico Scientifico, è stata cura di ogni singolo dirigente predisporre un protocollo che tutti dovranno osservare.
Non solo obbligo di mascherina e igienizzazione delle mani, ma precise disposizioni che tengano conto anche delle caratteristiche dell’edificio e delle esigenze di ogni commissione.
Per ogni commissione sono state scelte le aule più adatte e più spaziose per garantire il distanziamento di almeno due metri tra i banchi dei singoli commissari e del candidato, e i posti a sedere riservati a un accompagnatore e all’eventuale dirigente tecnico di vigilanza. Ingressi differenziati dalle uscite; commissari e candidati dovranno seguire il percorso indicato da un’apposita piantina e dalla corrispondente segnaletica. All’ingresso occorrerà consegnare il modulo di autocertificazione opportunamente compilato in cui si dichiara di non presentare sintomatologia respiratoria o febbre superiore a 37.5° e di non essere stato in quarantena negli ultimi 14 giorni.
Durante il colloquio il candidato potrà utilizzare un pc collegato a Lim e videoproiettore e potrà abbassare la mascherina quando dovrà parlare, mantenendo sempre una distanza non inferiore a due metri. Tra un candidato e l’altro, la postazione sarà igienizzata a cura del personale scolastico.
Inoltre, in base alla Convenzione stipulata tra Ministero dell’Istruzione e Croce Rossa Italiana, per tutta la durata degli esami sarà presente un volontario della CRI che vigilerà sul rispetto delle norme da parte di tutti.
“La scuola non si è sottratta a questa delicata responsabilità – ha affermato la dirigente scolastica Piera Fattibene – e abbiamo lavorato senza sosta nei giorni scorsi per organizzare e collaudare un efficace piano di sicurezza. Un ringraziamento particolare va a tutto il personale che ha collaborato con me, ma soprattutto ai collaboratori scolastici ai quali sarà affidato il compito di garantire l’efficienza e l’efficacia dei sistemi di sicurezza adottati. Faccio inoltre appello – ha concluso – al senso di responsabilità di tutti, non solo del personale scolastico, ma soprattutto di studenti e famiglie, affinché vengano messi in pratica i comportamenti corretti, previsti per il contrasto alla diffusione dell’epidemia. E ai ragazzi un grande ‘In bocca al lupo!’ per quest’ultimo sforzo, a conclusione di quest'anno particolare che resterà nei libri di storia”.


Gazzetta Web