GazzettaWeb.info
COLLABORA
corsi
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

FORMICHE DI CULTURA E SOLIDARIETA'

Scritto da redazione il 29/5/2017


FORMICHE DI CULTURA E SOLIDARIETA'

La cultura può farsi ovunque, non solo nei consueti spazi ad essa destinata (biblioteche, università, scuole, sale conferenze, ecc) ma anche in un luogo, che pur avendo quale attività prevalente l'esposizione di “usato in buono stato raccolto e donato, come mobili, utensili, elettrodomestici e libri" che "può essere acquisito a fronte di un'offerta a partire da un valore minimo attribuito agli oggetti”, è soprattutto "un luogo di incontro e di spazio di esperienze, saperi e culture.
Mi riferisco a "IL FORMICAIO", il centro di riuso solidale che da qualche tempo opera a Foggia in un vasto locale sito sulla via Ascoli dopo l'aeroporto Gino Lisa.
Brillante iniziativa quella di organizzare nei giorni 27 e 28 maggio una mostra del libro usato (un libro per l'estate), dove è possibile trovare testi anche fuori commercio. Agli appassionati si propone una vasta scelta che spazia dai romanzi alla storia, dalla poesia alla fantascienza, dalla letteratura per ragazzi alle collane d'arte, e tanto altro ancora.
Nell'ambito di questa mostra gli artisti Walter Carbonara e Anna Rita De Pasquale hanno realizzato la mostra pittorica "Generazioni e Generi".
Nelle note biografiche di Walter Carbonara si evidenzia la sua caratteristica di pittore istintivo e innovatore: "Il suo modo di vedere le cose e di dipingere, è frutto di una continua ricerca nell'essere diversi, per uscire da modalità tradizionali, per stimolare l'ingegno, essenziali in chi si accinge ad operare in campo artistico - special modo in quello pittorico - per non scader in canoni prestabiliti ma più innovativi".
Anna Rita De Pasquale ha conseguito la laurea presso l'Accademia delle Arti di Foggia. Con la sua pittura sa trasmettere ed infondere bellezza, armonia e poesia. Nelle sue composizioni insegue nuovi percorsi accostando reale e fantastico, trasferendo sulle sue tele i disegni dell'anima in un suggestivo arcobaleno di colorazioni.
Anche il fumetto è stato uno dei protagonisti del "libro per l'estate". A parlarne, uno dei più validi autori del nostro tempo, il foggiano Alessandro Croce, che si è formato alla scuola del fumetto di Milano. Ha partecipato a numerose iniziative nel nostro territorio per parlare della "narrazione per immagini". Le sue opere sono state molto apprezzate non solo nel mondo del fumetto, ma anche da personaggi famosi come il celebre storico d'arte Vittorio Sgarbi.



A "Il Formicaio", Alessandro Croce ha presentato "Lo Scazzamurello innamorato", albo a fumetto con scopo didattico, coinvolgendo tanti giovanissimi ai quali ha insegnato come nasce un fumetto. "Lo Scazzamurello innamorato" è il secondo lavoro di Croce che ha per protagonista questa specie di folletto che fa parte della superstizione pugliese.    E' evidente nell'esecuzione dello "scazzamurillo" l'influenza disneyana a cui Croce aggiunge una sua impronta personale dettata dalla fantasia e da una personale forma di creatività che fanno di lui un fumettista capace e un interprete ideale delle nostre tradizioni popolari.
Interessante e coinvolgente la presenza del giornalista e coautore di "Lercio.it" che ha presentato "Inchiostro di Puglia", antologia firmata da autori pugliesi che raccontano la propria terra, incontro moderato da Sergio Colavita di "Spazio Bao!".
Altro evento ha avuto come protagonista la giornalista e book blogger Mara Mundi con "Ricami di parole: ti racconto una storia", messa in scena ad opera del Teatro della Polvere.
Due giorni di letteratura, fantasia, arte e teatro: un cocktail vincente realizzato da "Il formicaio", nuovo punto di riferimento per chi vuol vivere il proprio tempo libero come momento di socializzazione, di stimolo culturale e riscoperta di valori importanti quali la famiglia, l'amicizia e la solidarietà.
Scritto da: GIUCAR MARCONE


Gazzetta Web