GazzettaWeb.info
COLLABORA
corsi
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

FalsoMovimento IL CINEMA DELLE PERIFERIE

Scritto da redazione il 17/4/2012


FalsoMovimento IL CINEMA DELLE PERIFERIE

Foggia 19    aprile 2012
ore 17:00 Palazzetto dell'Arte di Via Galliani 1
Conferenza stampa :
per la presentazione della pubblicazione
“IL CINEMA DELLE PERIFERIE”
Comune di Foggia
Assessorato alla Formazione e all’istruzione
FalsoMovimento
in collaborazione L’università di Foggia

Il progetto Cinema e Scuola. Piccoli spettatori per il grande schermo nato 2001, a distanza di oltre dieci anni continua a occuparsi di minori e di offerta cinematografica di qualità…
5000 alunni di scuola primaria e secondaria di 1° grado, più di ottanta proiezioni. Questi i numeri a dimostrazione del crescente successo di questo progetto organizzato da Mauro Palma con l’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Foggia, che ha sostenuto il progetto nelle scuole delle aree più disagiate portando gratuitamente il cinematografo.

I bambini e i ragazzi amano andare al cinema, ma spesso gli indici di gradimento maggiori spettano ai pop corn e agli effetti speciali: questo almeno è quanto emerge da indagini e chiacchiere con i giovani spettatori. Niente di sorprendente o inaspettato. I ragazzi consumano ciò che è loro propinato dalla grande distribuzione. Ghiotti e ingordi di immagini preconfezionate, le comprano a ‘scatola chiusa’, sedotti dal tam tam mediatico e dai gadget    distribuiti ad hoc sul mercato in coincidenza con il lancio di certi film. Di questo si nutrono e a questo si appassionano: non scelgono altro perché non conoscono altro. Perché non viene data loro l’opportunità di esplorare altre forme di narrazione.
Ma quando accade che qualcuno decide di prendere per mano i giovani spettatori e di guidarli nel grande e ricco labirinto delle immagini, allora molti scoprono quanto meraviglioso, straordinario e tutto da scoprire sia il mondo del cinema e quanto certi film possano diventare veri e propri ‘giochi di specchi’ e straordinarie storie attraverso le quali stupirsi, ri-specchiarsi, ri-conoscersi. Molti scoprono quanto le storie narrate in certi film diano la possibilità di fare esperienza di personaggi, modelli comportamentali, stili di vita nuovi, di altri posti e altri mondi, ma permettano anche di costruire il proprio mondo interiore e, in molti casi, consentano di raggiungere maggiore consapevolezza di sé. E noi con questo progetto ci siamo riusciti!

19 aprile alle ore 17.00 presso la sala Rosa del Palazzetto dell'Arte in via Galliani 1 si terrà la conferenza stampa durante la quale sarà presentata la pubblicazione che raccoglie i risultati, il lavoro, le attività e i percorsi di approfondimento sull’educazione all’immagine e sul linguaggio cinematografico, insomma l’intero lavoro svolto e i risultati ottenuti da questo progetto. Sarà inoltre presentato contestualmente il programma della fase formativa del progetto. Saranno presenti all’incontro il Sindaco di Foggia, l’assessore alla Formazione e all’Istruzione del Comune di Foggia, il rettore dell’Università degli Studi di di Foggia, Claudio Grenzi, e l’assessore all‘Istruzione del comune di Vieste, Mauro Palma del Falso Movimento e i dirigenti e le insegnanti che hanno aderito al progetto.


Partirà, infatti, il 21-22 aprile 2012 a Vieste presso l’Hotel degli Aranci il Corso di formazione per insegnati “Occhio in Camera – fare per capire ”, Diretto dal prof.ssa Patrizia Canova, insegnante (in regime di part-time) e formatrice nell’ambito dell’educazione all’immagine, della didattica del cinema e dell’educazione interculturale. Da marzo 2007 ricopre la carica di responsabile del settore Comunicazione e Fundraising dell’organizzazione non governativa ACRA. E’ autrice di diversi documentari di carattere educativo – sociale e il regista Claudio Bigoni. che è tra i soci fondatori del Teatro dell'Elfo con cui lavora per anni come attore, collabora con l'Università IULM di Milano, come docente di Progettazione e Produzione Cinematografica. Dal 1991 in poi si dedica con sempre maggiore attenzione al cinema documentario di carattere sociale. Da sempre, alterna la sua attività di regista con l'insegnamento e la formazione. E’ tra i registi de La squadra, il Serial Dramma televisivo in onda su RAI 3. Tra i suoi più recenti documentari ricordiamo: Oggi è un altro giorno in co-regia con Beppe De Santis (1°Premio assoluto). Libero Bizzarri), Amleto... frammenti con attori portatori di handicap (Premio Fedic- 54° Mostra del Cinema di Venezia), Faber omaggio a Fabrizio De André. I sogni degli Elfi viaggio nella storia del Teatro dell’Elfo. Comizi d’amore 2000 omaggio a P.P.Pasolini, Cuori all'assalto (Primo premio miglior documentario italiano al Libero Bizzarri 2003), Riccardo III lungometraggio realizzato con detenuti e studenti all'interno della II Casa Circondariale di Bollate, Chiamami Mara (2005) sul tema del Transessualismo e discriminazione sessuale, Don Chisciotte e.... (2006) rivisitazione del classico di Miguel de Cervantes e Il colore del vento (2011), Un viaggio nel Mediterraneo sulle tracce di Creuza de Mä di Fabrizio De André che sarà presentato in anteprima assoluta, sabato 21 aprile alle ore 21,00 c\o la sala convegni dell’ Hotel degli Aranci a Vieste.

Il colore del vento racconta il viaggio di una nave mercantile. Ogni scalo è una città, ogni città una storia, un racconto che narra le diverse realtà del Mare Nostrum, incrociando popoli e culture, intrecciando passato e presente.    Un viaggio nel Mediterraneo sulle tracce di Creuza de Mä di Fabrizio De André.
Il film sarà introdotto dal regista. Seguirà dibattito condotto da Patrizia Canova.

Occhio in camera sarà un laboratorio di tipo tecnico-pratico durante il quale –divisi in piccoli gruppi- si proverà a scrivere e girare semplici cortometraggi e si sperimenterà l’uso di strumenti tecnologici, con particolare attenzione alla videocamera, per effettuare riprese. Tutti i partecipanti potranno assumere i ruoli di sceneggiatori, registi, operatori e attori al tempo stesso.

Nella giornata di sabato 21 Aprile un momento molto importante sarà anche l’incontro tra il Sindaco e i rappresentanti del Comune di Foggia, promotori del progetto, e il Sindaco e i rappresentanti del Comune di Vieste che ospiteranno questo momento di formazione.
Questo incontro simboleggia la disponibilità di tali Comuni ad appoggiare e promuovere importanti progetti culturali e formativi.

Il nostro augurio è quello far nascere tra i giovani riflessioni su temi e argomenti significativi e a farli innamorare dello schermo da creare così nel tempo una nuova generazione di cinefili.

Mauro Palma


Gazzetta Web