GazzettaWeb.info
COLLABORA
corsi
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

Giornata mondiale della filosofia

Scritto da redazione il 30/12/2010


Giornata mondiale della filosofia

Giornata mondiale della filosofia 2010
La Filosofia per una cultura della biodiversità
Molte specie, un Pianeta, un Futuro
Club Unesco Federico II di Lucera
Venerdì 26 novembre 2010 presso l'Auditorium del Liceo Classico-Scientifico "R. Bonghi"' di Lucera si è tenuto l’incontro La filosofia per una cultura della biodiversità voluto dal Club Unesco Federico II di Lucera per la Giornata mondiale della filosofia 2010. Ospiti della serata sono stati il dott. Francesco Iannitti, counselor filosofico e life coach e il prof. Paolo Emilio Trastulli, docente di storia e filosofia e Presidente della Famiglia Dauna di Roma.
La situazione ambientale non è stata mai così critica. Cambiamenti climatici, desertificazione, inquinamento, grave perdita di biodiversità, popolazione in crescita esponenziale, sono solo alcuni aspetti di una problematica complessa che richiede interventi a breve termine affinché il “volano” delle modificazioni possa rallentare e invertire la tendenza. Ma per decidere quali sono i passi che vogliamo compiere è bene fare chiarezza su come vogliamo (o dobbiamo) rapportarci con la natura.
Nel recente rapporto del 2009 pubblicato dall’International Union for conservation of Nature (IUCN) si delinea un quadro preoccupante: la deforestazione procede a ritmi sempre più allarmanti; la popolazione di circa 3.000 specie considerate di importanza critica si è ridotta del 40% tra il 1979 e il 2000; un numero crescente di specie animali è minacciato di estinzione. Inoltre la biodiversità agricola e zootecnica continua a calare. Per esempio più di sessanta razze di bestiame si sono estinte a partire dal 2000.
Nel ricordare che la diversità biologica o biodiversità, intesa nella varietà di tutte le forme viventi, riveste un ruolo insostituibile, specialmente per quanto concerne le caratteristiche qualitative degli alimenti, obiettivo del convegno è stato quello di rendere tutti più consapevoli, a partire dal nostro modo di pensare e di vivere il tempo presente, dell’importanza delle diversità, tanto biologiche quanto culturali, per il benessere, l’organizzazione e la stabilità sociale dell’uomo.
Non a caso la biodiversità è considerata alla stregua di un vero e proprio 'bene culturale', essendo un patrimonio di inestimabile valore di documentazione sia storica che biologica, portatrice di civiltà antiche e componente insostituibile di vecchi equilibri biologici.
L’incontro si propone inoltre di risvegliare le nostre coscienze ad una ritrovata consapevolezza di ciò che è essenziale per la natura, e quindi per noi stessi in quanto suoi "figli": un’attenzione che non può non muovere i suoi passi a partire dal terreno dell’etica e della riflessione critica e filosofica, perché “il sonno della ragione” – scriveva Francisco Goya – “genera mostri”.

Comunicato stampa della Giornata mondiale della filosofia 2010 scritto da Francesco Iannitti
Pubblicato da Antonietta Pistone



Gazzetta Web