GazzettaWeb.info
COLLABORA
corsi
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

Importanti riflessioni sull'etica

Scritto da redazione il 19/12/2011


Importanti riflessioni sull'etica

La teologa Antonietta Potente
Mercoledì 21 dicembre, ore 18. Sala Rosa del Palazzetto dell’Arte di Foggia
L’autrice, teologa e suora domenicana, presenta il suo libro “Un bene fragile”

“Che cosa sono questi discorsi che state facendo tra voi durante il cammino?” La domanda riecheggia tra i discepoli di Emmaus, nel Vangelo di Luca. Gesù è morto e i pellegrini sono spaesati. Antonietta Potente inserisce l’episodio a introduzione del suo lavoro sull’etica, che si traduce in una serie di interrogativi: cosa fare? Come comportarsi? Quali domande? Mercoledì 21 dicembre, alle ore 18.00, nella Sala Rosa del Palazzetto dell’Arte di Foggia, la nota teologa e suora domenicana presenta il suo ultimo libro, dal titolo Un bene fragile (Mondadori, 2011). L’incontro è organizzato dall’associazione Solidaunia, dalla Libreria Ubik, l’Assessorato alla cultura del Comune di Foggia e il circolo culturale La Merlettaia. Anna Tappi, presidente di Solidaunia, introduce l’autrice. Coordina, Gian Piero Bernard.

Un bene fragile – riflessioni sull’etica (Mondadori, aprile 2011; collana: Oscar Spiritualità; 182 pagine; € 10). Antonietta Potente è una suora domenicana, ma non bisogna immaginarsela nel chiuso di un convento, immersa tutto il giorno nella tranquillità della preghiera. Vive in Bolivia, insieme a una famiglia indigena, e ha sviluppato una riflessione teologica tra le più profonde e originali, che parte da un ripensamento totale della vita religiosa alla luce di una spiritualità ancorata al presente, capace di unire la mistica alla politica e all’impegno per la salvaguardia dell’ambiente. In questo libro, accostando i temi dell’etica all’immagine familiare di una casa e delle sue stanze, l’autrice avvicina tutti, credenti e non, ai grandi quesiti che ci pone la contemporaneità (dalla quarta di copertina).

Antonietta Potente. Nata a Pietra Ligure, in provincia di Savona, nel 1958, dopo gli studi diventa suora domenicana e insegna teologia morale all’università. Dal 1994 vive in Bolivia insieme a una famiglia Aymara, impegnandosi in prima linea nel dialogo interreligioso e interculturale, per i diritti delle donne, per l’equilibrio economico e per l’ambiente, tanto da partecipare alla stesura della nuova Costituzione boliviana. Da sempre è una delle principali voci impegnate nel processo di liberazione del popolo boliviano. Docente all’Università di Cochabamba, ha pubblicato numerosi libri e articoli.


Gazzetta Web