GazzettaWeb.info
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

La poesia di Giovanni Presutti

Scritto da antonietta pistone il 27/11/2017


La poesia di Giovanni Presutti

Di Giovanni Presutti

Al fanciullo che è in me

Fanciullo
che in me alberghi ancora
al petto spesso bussi,
a cani e gatti
a tirar sassi inviti
e sui prati correre e far capriole.
Fanciullo dell’età bella,
più non son lesti
i passi miei!
Il caldo sole di ieri,
tiepido è già.
Gli alberi
all’autunno arresi
lacrimano
brune foglie morte.
Diletto fanciullo
d’un tempo la gioia
tuttora t’appartiene.
Unico conforto
nelle notti insonni
quando in solitudine
in pianto mi sciolgo.

            Giovanni Presutti




…di getto, in attesa di entrare nello
studio oculistico del
Dr. Mario Sotgiu


Gazzetta Web