GazzettaWeb.info
COLLABORA
corsi
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

Lettera a...

Scritto da redazione il 27/1/2012


Lettera a...

La mattina del 29 gennaio gli amici della domenica (GADD) si incontreranno in piazza Purgatorio per rivendicare la “NORMALITA’ PERDUTA”!

Il nostro non è un partito o un movimento della società civile, è semplicemente un gruppo di amici che prova a fare qualcosa per ripristinare nella nostra città un’idea di normalità.
Per fare questo la domenica mattina invece di incontrarsi nei luoghi soliti dello “struscio” cittadino il GADD si dà appuntamento dove ritiene bisogna urlare per far sentire la voce di quella parte di città che non si rassegna e che vuole avere ancora fiducia che qualcosa possa cambiare.

Il GADD domenica mattina va ad urlare la propria rabbia per i soldi spesi dalla comunità per restaurare e recuperare la chiesa del purgatorio (chiesa dei morti nella vulgata).
Il GADD va ad urlare la propria rabbia dopo un anno esatto dalla prima volta che è andata ad accendere i riflettori su vetrate rotte e pluviali rubati che lasciano la chiesa restaurata in balia degli elementi naturali fatti di acqua piovana e di escrementi di uccelli che oramai fanno della chiesa un rifugio.

E’ uno scandalo pubblico che la dice lunga sul perché la nostra città è all’ultimo posto per la vivibilità.
NON E’ NORMALE che ad oggi la chiesa sia ancora chiusa e nessuno cerchi di porre rimedio ai pluviali mancanti e alle vetrate rotte.

In questo anno noi del GADD abbiamo cercato, da semplici cittadini, di individuare le responsabilità, in questo balletto tra la Curia ed il Comune.

Il GADD si chiede che si dia l’incarico ad un funzionario del Comune a trovare una soluzione al problema e sul risultato poi ottenuto quantificare il premio di produttività che ci pare di ricordare ogni anno viene abbondantemente dato agli stessi.
Detto della legittimità degli incentivi, sarebbe opportuno per quest’anno assegnarli su un obiettivo di risultato specifico: il ripristino della fruizione della comunità di un patrimonio artistico, storico culturale della nostra città.

Soldi certi per obiettivi raggiunti o pubblica riprovazione per accertate responsabilità della mancata apertura.

Questa è la logica che noi diciamo del S POT FA!! Senza aspettare messia salvifici, ma rimboccandoci le maniche NOI tutti, ad evitare poi gli inutili piagnistei sulla foggianità offesa dallo strapotere barese!

25/01/2012 Gli amici della Domenica - Foggia

infocontatto: amicidelladomenica@gmail.com


Gazzetta Web