GazzettaWeb.info
COLLABORA
corsi
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

Lettera di risposta all’assessore Pippo Cavaliere

Scritto da redazione il 28/3/2012


Lettera di risposta all’assessore Pippo Cavaliere

Caro Assessore Giuseppe Cavaliere,
siamo un gruppo di cittadini nato più di un anno fa su facebook, il GADD (amici della domenica).
Domenica dopo domenica da più di un anno, ci incontriamo nelle piazze nei giardini e nei luoghi pubblici più degradati della nostra città per provare a vincere quel senso di indifferenza e di assuefazione di cui lei parla nella sua lettera aperta ai foggiani.

Fin dall'inizio del nostro percorso ci siamo sempre chiesti cosa ciascuno di noi fosse in grado di fare per provare a cambiare questa città, perchè siamo convinti che solo attraverso un percorso di riconoscimento delle responsabilità del singolo, l'intera comunità possa compiere quel necessario scatto d'orgoglio che la può aiutare a risalire i vertici del baratro.

Questa assunzione di responsabilità ci porta ogni domenica nei luoghi dell'abbandono, in quei territori di nessuno, segnati dal vandalismo e dall'incuria. Quei territori che non sono necessariamente in periferia ma, anzi, si trovano nel cuore di Foggia e che da sempre sono stati abbandonati da una politica che lascia morire, che brucia i desideri, che spegne le volontà.

Questa politica è ciò di cui è ammalata la nostra città.
Questa politica è ciò che genera l'assuefazione di cui lei parla.
Questa politica e ciò che noi combattiamo: la non assunzione di responsabilità, la rinunzia alle scelte.

Se il nostro percorso in salita per creare speranza e fiducia reciproca e per continuare a sperare noi lo stiamo facendo ,altrettanto dovrebbe fare chi è chiamato ad amministrare questa città.
La nostra mano è spesso stata tesa nel desiderio di creare dialogo. Ma dall'altra parte ha spesso risposto il silenzio.

Per questo, caro assessore, ci imbarazza la sua lettera aperta che parla di una comunità spenta e immobile.
E per questo le chiediamo: cosa è disposto Lei a fare per cambiare questa città? Che risposte Lei può dare alle domande legittime di una comunità che le maniche se le sa rimboccare benissimo al momento del bisogno e che sa cosa sia lo spirito di sacrificio?

La risposta migliore che potrebbe darci sarebbe venire in piazza fra noi qualche domenica, perchè l'unica strada da percorrere è quella che vede insieme Istituzioni e cittadinanza, pensando che cambiare non è impossibile: si deve e si può fare, anzi SE POT FA', come amiamo dire noi del GADD.

Il primo aprile saremo nel parco di Via de Petra. Uno spazio verde negato alla città che con molta fatica stiamo provando a strappare al degrado, per donarlo nuovamente a quei bambini che vorrebbero delle altalene e degli scivoli per i loro giochi. Parco de Petra non è che una delle realtà da riqualificare. Noi pensiamo che tutto si possa fare, un passo per volta.
Venga con noi Assessore a rimboccarsi le maniche. Noi siamo cittadini fra i cittadini, provi a venire da questa parte della barricata, a tendere una mano ad una comunità che un segnale vorrebbe vederlo per smettere di non credere più a nulla.

Gli amici della domenica

infocontatto: amicidelladomenica@gmail.com



Gazzetta Web