GazzettaWeb.info
COLLABORA
corsi
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

Michele Iula Caduti in corsia

Scritto da redazione il 3/5/2012


Michele Iula Caduti in corsia

Viaggio in un'Italia malata
Venerdì 4 maggio, ore 18.30, Ubik. L'inchiesta del giornalista foggiano
Con Attilio Manfrini, Paolo Telesforo e Filippo Fedele.Modera Piero Paciello

Ma voi paghereste 110 miliardi di euro l’anno per questa sanità? La domanda è sul settimanale Panorama, uno dei tanti media che si è occupato di Caduti in corsia, inchiesta sul sistema sanitario italiano pubblicata da Editori Internazionali Riuniti. Una domanda facilmente estendibile, che emerge con forza già dopo alcune pagine del libro di Michele Iula, giovane giornalista foggiano alle prese con uno dei problemi nazionali più intricati degli ultimi anni.

Venerdì 4 maggio, alle ore 18.30, l’autore di questa “discesa agli inferi” nella cattiva (e anche buona, in alcuni casi) sanità nazionale, presenta in anteprima pugliese il suo saggio, nello spazio live della libreria Ubik.

Prendono parte all’incontro Attilio Manfrini, direttore generale Asl Foggia, Paolo Telesforo, imprenditore impegnato nella sanità privata (proprietario delle cliniche Villa Serena e Nuova San Francesco), e Filippo Fedele. Modera, il direttore del quotidiano l’Attacco, Piero Paciello.

L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sulla malasanità e sulla cattiva gestione delle risorse pubbliche. La sanità appartiene alla politica, che la esercita infischiandosene delle forme e dei limiti della Costituzione. È l’articolo 1 della Costituzione di Caduti in corsia, il manuale di non-sopravvivenza di Michele Iula (Sul blog della libreria, a questa pagina, tutti i dettagli)


Gazzetta Web