GazzettaWeb.info
COLLABORA
corsi
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

Mostra documentaria a Panni

Scritto da redazione il 31/7/2010


Mostra documentaria a Panni

A Panni dal 18 al 28 agosto una mostra documentaria su alcuni momenti della sua storia.

Ogni comunità ha il dovere ricercare e studiare le proprie vicende storiche e di affidarne la memoria alle nuove generazioni. Per il raggiungimento di questi obiettivi l’Amministrazione Comunale di Panni ha chiesto all’Archivio di Stato di Foggia di allestire, con la collaborazione del    prof. Alfonso Rainone, una mostra documentaria in cui fossero presentati documenti riguardanti la storia cittadina.    Il lavoro di ricerca è stato    lungo ed impegnativo ma i risultati raggiunti hanno premiato l’impegno profuso.
Gli atti individuati sono stati numerosi. Tra questi, per esigenze espositive, è stata operata una scelta che ha portato alla articolazione della mostra in sei sezioni.
    La prima, denominata Territorio, presenta i documenti più antichi in cui sono attestazioni sull’esistenza di Panni, dall’anno 1118. Segue la descrizione della località e la presentazione di numerose riproduzioni dell’agro comunale. Alcuni documenti ricordano l’attività dell’Amministrazione cittadina tesa a disciplinare l’uso del territorio.
La sezione Opere di pubblica utilità presenta la realizzazione di opere pubbliche, sia da parte delle Amministrazioni    comunale e provinciale, come la realizzazione di strade, ponti, tronchi di fogna, acquedotto,    e nuova chiesa, che della Congrega del Santissimo Sacramento e Santa Maria Lauretana.
La Salute pubblica si occupa principalmente di ricordare le epidemie di colera scoppiate nel paese in più occasioni e le cure prestate agli ammalati. L’assistenza sanitaria è erogata gratuitamente alle persone più povere e la profilassi contro il vaiolo è realizzata con l’inoculazione vaccinica.
Tra gli atti che ricordano alcune vicende della Vita amministrativa, ci sono quelli    che si riferiscono alla pubblica istruzione e il documento oltremodo significativo che riporta i dati del plebiscito per l’unificazione dell’ex regno di Napoli ai domini sabaudi.
Emblematicamente la popolazione di Panni, a stragrande maggioranza, votò contro l’unificazione.
Particolari sono le carte, in gran parte di provenienza giudiziaria, che testimoniano Brigantaggio e pubblica sicurezza. Tra queste giova ricordare il carteggio riguardante il brigante pannese de Furia e le lettere estorsive originali inviate da alcuni facinorosi ai possidenti locali.
L’ultima parte, denominata Culto e vita religiosa, presenta in tre sottosezioni documenti riguardanti la Chiesa Madre, il Santuario del Bosco e le Confraternite.

SCRITTO da: Viviano Iazzetti


Gazzetta Web