GazzettaWeb.info
COLLABORA
corsi
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

NEFROUROLOGIA

Scritto da antonietta pistone il 12/11/2020


NEFROUROLOGIA

DUE REPARTI PER ASSICURARE CONTINUITÀ ASSISTENZIALE ANCHE IN TEMPO DI PANDEMIA

La Direzione Strategica del Policlinico Riuniti di Foggia, di intesa con il Professor Giuseppe Carrieri, Direttore del Dipartimento Nefro-Urologico, e il Professor Giovanni Stallone, Direttore dell’U.O.C. di Nefrologia, ha adottato un nuovo ed innovativo modulo da dedicare prevalentemente a pazienti Covid affetti da patologie afferenti a tale area ma non solo.
In particolare i dializzati rappresentano una popolazione di pazienti a significativo rischio di contagio per le terapie quotidiane a cui devono sottoporsi ed è per tale motivo che nell’area Dipartimentale sono stati organizzati due reparti: uno perfettamente attrezzato all'accoglienza integrata di pazienti Covid positivi con patologie sia urologiche che nefrologiche (inclusi 6 postazioni dialitiche) e un altro destinato all’accoglienza di pazienti affetti da patologie urologiche e nefrologiche Covid negativi. Si sono dunque attivati i consueti percorsi ‘puliti’ e ‘sporco’ per assicurare la più alta attenzione al rischio di contagio per chi arriva dall’esterno.
Nel dettaglio il reparto Nefro-Urologico metterà a disposizione dei pazienti Covid positivi un totale di 12 posti letto.
Tale organizzazione, perfettamente allineata alle tematiche e alle finalità dipartimentali, rappresenterà una ulteriore risposta all’iperafflusso di pazienti colpiti da coronavirus verso il nostro Policlinico senza interrompere la continuità assistenziale nei riguardi dei tantissimi pazienti presenti in lista di attesa per gravi ed urgenti patologie oncologiche e non, di interesse nefrourologico.
Ci si allinea alla programmazione annunciata secondo i programmi regionali dando spazio alle richieste del piano di riorganizzazione della rete ospedaliera per fronteggiare le emergenze pandemiche, rendendo strutturale la capacità di risposta all’aumento significativo della domanda di assistenza nelle fasi di aumento dell’epidemia. Il Policlinico Riuniti si colloca nelle linee di direzione dettate anche dal Governo non solo per dare seguito agli interventi strutturali ma anche per proseguire nel programma di assunzione di personale dedicato.

Comunicato Stampa di Angela Maria Fiore

(in foto il professor Giuseppe Carrieri)


Gazzetta Web