GazzettaWeb.info
COLLABORA
corsi
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

NON FACCIAMOCI RUBARE LA SPERANZA

Scritto da Antonietta Zangardi il 23/2/2015


NON FACCIAMOCI RUBARE LA SPERANZA

NON FACCIAMOCI RUBARE LA SPERANZA

Eliminiamo i luoghi comuni con i quali siamo riconosciuti all’estero. Puntiamo su risorse, energie, talento e bellezza per immetterci sicuri e vincenti nel futuro

di Antonietta Zangardi

Nel web è cliccatissimo un video di alcuni minuti a cura del Ministero dello Sviluppo Economico e presentato alle potenze mondiali presenti al World Economic Forum svoltosi a Davos-Klosters, in Svizzera dal 21 al 24 gennaio 2015.
Una nostra eccellenza, Andrea Bocelli,    ha ricevuto il "Crystal Awards", un premio per le sue attività filantropiche e ha incantato la platea con Verdi e Rossini, Tosca e Manon Lescaut, accompagnato dagli strumentisti italiani dell'orchestra Sinfonica Rossini di Pesaro.
Gli Italiani sono finalmente orgogliosi di non essere il paese che mette a rischio l'Europa, ma anzi che si presenta a viso aperto, con il sottofondo di un video che dice qualcosa su un Paese che spesso non vediamo ma che c'è: imprenditoriale e manageriale.
É veramente interessante vedere come in pochi minuti si alimentino progetti e speranze facendo riferimento alla cultura diffusa, alla ricerca di eccellenza e ai tesori ambientali ed artistici di cui l’Italia può vantarsi.
Il video, che ha stupito e riscosso consensi, s’intitola Italy the extraordinary commonplace,    “Italia, uno straordinario luogo comune”, e rovescia tutti i luoghi comuni, per cui è famosa la nostra nazione nel mondo, dimostrando tutte le ragioni per esserne orgogliosi.
www.sviluppoeconomico.gov.it/.../2032135-davos-presentato-il-video-s...

Allegato:


Siamo degli ottimi pizzaioli, degli apprezzati seduttori, dei festaioli con in testa soltanto il cibo e la cucina? Forse. Almeno questi sono gli stereotipi che spesso all'estero si associano al nostro Paese. Stereotipi che Ministero dello Sviluppo Economico e l’Istituto per il Commercio Estero hanno provato a capovolgere nel video, dove si parte dai più tradizionali luoghi comuni, evidenziando invece altri elementi di eccellenza, come il nostro essere un grande produttore di beni tecnologici, secondo esportatore europeo nel settore meccanica e automazione o uno dei leader dell'export nel settore biomedico e farmaceutico.

Il video è così strutturato:
- Pizza makers?    Pizzaioli ma non solo. Abbiamo i migliori progettisti del mondo. Siamo leader nel campo delle infrastrutture. Non siamo solo abili a modellare la pasta, ma ingegneri e progettisti sono delle eccellenze che gestiscono circa mille cantieri in novanta Paesi.
- Latin lovers? Vengono mostrati due giovani che sembrano amanti ma sono due colleghi il cui lavoro è in campo manifatturiero, al quinto posto per esportazioni. Meglio di noi solo Cina, Germania, Usa e Giappone.
- Party addicts?    Non siamo solo amanti delle feste, nei bicchieri non c’è vino ma un liquido usato per gli esperimenti in laboratorio a dimostrare che    più di un terzo degli agenti di contrasto usati nella ricerca scientifica e farmacologica sono prodotti in Italia. La nostra ricerca scientifica è tra le migliori.
- Gesticulator? “Gli italiani sono gesticolatori” si legge nella grafica, per poi inquadrare un braccio meccanico, a ricordare che il Paese è leader nella robotica, secondi per esportazione di macchinari. Gesticoliamo ma siamo anche bravi inventori.
- Eternal children? Eterni bambini? Sì, e la nostra fantasia conquista anche lo spazio dove abbiamo mandato la prima astronauta donna. Non solo, siamo il terzo Paese al mondo nella realizzazione di satelliti.
- Food enthusiasts?    Il cibo fa girare la nostra economia. L’Italia è il Paese delle eccellenze gastronomiche. Tema dell’Expo 2015, al via il 1° maggio a Milano, è Nutrire il Pianeta
- Dolce vita lovers? Conosciamo il lusso perchè lo creiamo.
- Football maniacs?    Il video termina con un uomo che pare guardi una partita di calcio, ma è un’opera lirica allestita all’Arena di Verona, patrimonio dell’Unesco. L’Italia possiede circa 50 siti riconosciuti dall’Unesco come patrimonio dell’umanità. Abbiamo un museo a cielo aperto.

Allegato:


A Davos l’Italia è stata un luogo comune eccellente.
Partendo da questo video,    la giornalista Myrta    Merlino ha stilato un decalogo di ricchezze da valorizzare per immetterci nel futuro.
Parte dal nuovo Presidente della Repubblica, saggio e sobrio, qualità di cui ha bisogno il nostro Paese. Prosegue poi mettendo in evidenza le nostre eccellenze e le nostre intelligenze, per cui non esistono solo cervelli in fuga. I giovani hanno voglia di fare, non vi sono solo bamboccioni e choosy, sono pronti a fare qualsiasi cosa pur di non stare con le mani in mano.
E l’Italia può benissimo ripartire da qui.
Non dobbiamo trascurare il fatto che siamo il Paese della bellezza, che le nostre piccole imprese continuano ad essere competitive, che la nostra forza è la famiglia, che sappiamo reagire alle avversità, che abbiamo la Camera dei Deputati più giovane e più rosa e questo ci fa capire quanto questo Paese voglia cambiare.
L’Italia è sì il Paese degli spaghetti, della pizza e del mandolino, ma è anche il Paese della speranza, che potrà eliminare gli stereotipi e i luoghi comuni, con cui siamo conosciuti all’estero e valorizzare le tante risorse ed energie, puntando sui talenti e le eccellenze.

    


Gazzetta Web