GazzettaWeb.info
COLLABORA
corsi
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

Natale in Casa Daunia

Scritto da redazione il 19/12/2011


Natale in Casa Daunia

Si terrà dall’8 Dicembre 2011 al 17 Gennaio 2012 la quarta Edizione di “Natale in Casa Daunia”, Mostra Concorso di Presepi Dauni, presentata il 6 Dicembre scorso durante una conferenza stampa organizzata dall’Assessorato alla Cultura e Turismo della Provincia di Foggia con il patrocinio dell’Associazione italiana Amici del Presepio. I comuni in gara quest’anno sono Accadia, Alberona, Biccari, Bovino, Casalnuovo Monterotaro, Castelluccio dei Sauri, Castelluccio Valmaggiore, Celenza Valfortore, Celle San Vito, Deliceto, Pietramontecorvino, San Marco La Catola, Sant’Agata di Puglia, Troia. Si tratta di ben 14 comuni del territorio e del Subappennino che vantano storia, arte e tradizioni che saranno poi trasfuse nelle loro rappresentazioni presepiali. Durante le prossime festività i visitatori potranno ammirare in queste splendide località della Daunia le opere in mostra. In quasi tutti i presepi sono riprodotti elementi artistici della Natività inserita nel contesto locale. Fanno eccezione alcuni comuni. Nel presepe di Pietramontecorvino, costruito nella Chiesa del Rosario, è infatti rappresentata una scena della Natività tipicamente napoletana, in materiali poveri, come la carta, la stoffa e il legno, ricordando antichi mestieri e luoghi del passato. In quello di Troia, che si può ammirare al santuario della Mediatrice, vi è un Presepe raffigurante l’antico paesaggio di Betlemme, che viene realizzato con lo scopo di raccogliere fondi per le missioni in Africa. Nella prima edizione è risultato vincitore il comune di Lucera (presepe in foto); nella seconda quello di Casalnuovo Monterotaro. Nell’ultima edizione della Mostra Concorso ha vinto la città di Bovino con un presepe, oggi conservato nel cortile interno del museo civico, che ripropone alcuni elementi storico artistici della città, come le stele antropomorfe di epoca neolitica e antichi scorci paesani. La giuria, che lo scorso anno ha premiato la scuola Primaria di Bovino per aver partecipato all’iniziativa su proposta dell’Archeoclub locale e con l’aiuto dell’esperta Paola Anzivino, ha così espresso le sue motivazioni al premio “per aver felicemente rivangato nel fertile suolo del nostro territorio, valorizzando culturalmente l’opera presepiale presentata al Concorso, riproducendo in miniatura le stele antropomorfe dell’evo arcaico, e i vasi dauni conservati nell’attiguo Museo Civico. Per aver trasfuso con un percorso didattico gli alti concetti sviluppati, coinvolgendo le scuole elementari del paese, anche nella manifattura di costruzione e pastori”.
Antonietta Pistone


Gazzetta Web