GazzettaWeb.info
COLLABORA
corsi
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

Omaggio a Matteo Salvatore

Scritto da redazione il 27/1/2012


Omaggio a Matteo Salvatore

"Di fame di denaro di passioni"
L'ultimo disco di Umberto Sangiovanni
Sabato 28 gennaio, ore 18.30. Spazio live della Libreria Ubik di Foggia
Il pianista e compositore foggiano presenta il suo ultimo lavoro
Gradevole fuoriprogramma in omaggio al grande e indimenticato cantastorie di Apricena, Matteo Salvatore. Sabato 28 gennaio, alle ore 18.30, nello spazio live della Libreria Ubik, il pianista e compositore Umberto Sangiovanni presenta il suo quarto lavoro con la ormai famosa Dauniaorchestra, ensemble che da molti anni accompagna il bravo musicista foggiano nella sua avventura culturale di riscoperta e contaminazione dei diversi linguaggi musicali, sempre sospeso tra tradizione e sperimentazione.
Il titolo di questo nuovo lavoro ricalca l’omonimo spettacolo di Sergio Rubini, che nelle performance teatrali si avvale della Dauniaorchestra e di Sangiovanni, ed è Di fame di denaro di passioni (La Controra). All’appuntamento di sabato inoltre, il quale anticipa il concerto delle 20.30 al Teatro del Fuoco per il Premio Matteo Salvatore 2012, prenderà parte insieme al pianista foggiano anche la cantante e percussionista Gabriella Profeta, interprete del disco oggetto della presentazione insieme con il bassista Adriano Matcovich. Modera la serata, il giornalista Mario De Vivo (responsabile booking e management del progetto).

Di fame di denaro di passioni. Questo il titolo del quarto Cd di Dauniaorchestra che viene pubblicato dopo i primi due lavori su etichetta Rai Trade (“La Controra” e “Calasole”) ed il terzo cd “Sciamboli e Nuovi Inverni”. La Dauniorchestra nasce dall’iniziativa del pianista e compositore Umberto Sangiovanni che si affianca, in questa produzione, a Gabriella Profeta (Voce e percussioni), Adriano Matcovich (Basso) e Tiziano Ruggeri (Tromba). Il Cd è un tributo al cantastorie pugliese Matteo Salvatore e viene prodotto parallelamente allo spettacolo teatrale dal medesimo titolo che vede i musicisti della Dauniaorchestra impegnati a supportare l’attore Sergio Rubini. Il cd rilegge in chiave prettamente jazzistica i brani più noti del folk-singer già “cantato” da artisti come Vinicio Capossela e Teresa De Sio, lasciando all’originalità degli arrangiamenti una particolare chiave di lettura moderna e raffinata. Ai brani scritti da Matteo Salvatore se ne aggiungono due inediti musicati da Umberto Sangiovanni.


Gazzetta Web