GazzettaWeb.info
COLLABORA
corsi
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

PREMIO LETTERARIO ANTONIO FOGAZZARO

Scritto da redazione il 1/10/2011


PREMIO LETTERARIO ANTONIO FOGAZZARO

PREMIO LETTERARIO ANTONIO FOGAZZARO
“JENNE E L’ALTA VALLE DELL’ANIENE”

Primo premio per la composizione “Fermo si alza ora il muro” a Michele Urrasio

Ancora una prestigiosa affermazione per il poeta alberonese Michele Urrasio, da tempo ai vertici della poesia italiana. Orgoglio della Daunia, Michele Urrasio vive di poesia e per la poesia, non disdegnando manifestazioni culturali d’ altro tipo : a Lucera docente di letteratura presso l’università della terza età, critico d’arte e letterario, organizzatore ed animatore di premi letterari importanti quale il “Premio internazionale di poesia” di Alberona, nonché giornalista e direttore di riviste .


La cerimonia di premiazione ha avuto luogo venerdì 26 agosto 2011 nella Parro-chiale dedicata a Sant’Andrea Apostolo a Jenne, uno dei centri più antichi e rinomati del Lazio.

A Jenne vi è il centro di studi “Antonio Fogazzaro”, presieduto da Gaetano Cari-cato, professore emerito dell’Università di Roma, per onorare lo scrittore vicentino (1842-1911), autore del “modernissimo” Piccolo mondo antico (1895), il quale ha scritto e ambientato il romanzo Il Santo (1906), nelle cui pagine sollecitava una riforma e una modernizzazione della chiesa, a Jenne e nella zona di Subiaco, terra di San Benedetto.

La Commissione giudicatrice, composta da illustri professori universitari e da e-minenti uomini di cultura, e la presenza di un pubblico numeroso e visibilmente par-tecipe hanno reso questa edizione 2011 particolarmente suggestiva e importante.

Michele Urrasio, presentato dal presidente della Giuria come “uno dei poeti più noti nel panorama poetico italiano”, è stato premiato con la seguente motivazione: «Poesia di alto segno, dove la parola vibra di assunti contenuti metafisici e l’immagine dell’assoluto prende corpo nella sua quieta drammaticità ineluttabile, lasciando tuttavia all’uomo la speranza illusoria e comunque vivificante dell’alba. Sottile dominio linguistico e consapevole compiutezza concettuale si accompagnano ad una consumata abilità formale, espressiva ed architetturale, modernamente antropo-centrica».
G.M.
FERMO SI ALZA ORA IL MURO

Adagiati nel riposo degli astri,
abbiamo sfidato deserti
d’aria, dune imprevedibili
e siepi di silenzio.

Cammino impervio – eppure    lieve
come un palpito – questo nostro
procedere tra mappe ignote
e scogliere battute dal vento.

Fermo si alza ora il muro
che serra l’azzurro nell’arcata
degli occhi, scruta il dialogo
della luna, si vela d’infinito.

E tra presagi e grumi di memorie    
si evolve in luce questo tenue
bagliore d’alba che ignora
l’amaro congedo del giorno.



A Michele Urrasio, su proposta del presidente del Consiglio dei Ministri, con D.P.R. in data 2 giugno 2011, è stata conferita l’onorificenza dell’Ordine “Al merito della Repubblica Italiana”. Al nostro amico ed insigne uomo di cultura i complimenti dell’editore, del direttore responsabile e della redazione tutta di Gazzettaweb.


Gazzetta Web