GazzettaWeb.info
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

Presentato a Foggia il corto “L’altra parte” di Lorenzo Sepalone

Scritto da redazione il 6/11/2010


Presentato a Foggia il corto “L’altra parte” di Lorenzo Sepalone

Grande successo di pubblico per il corto “L’altra parte” del giovane regista foggiano Lorenzo Sepalone, presentato a Palazzo della Provincia venerdì 5 novembre, dopo l’anteprima nazionale del 20 ottobre a Sant’Agata di Puglia (Fg), città dove il film è stato girato, con la collaborazione dell’inseparabile amico, secondo aiuto regista, Ciro Zizzo e di noti attori pugliesi come Giuseppe Guida, Pietro Manigrasso, Eleonora Siro, Piergiorgio Martena, Amalia Ponziano, Alessandra Pinto e lo stesso Sepalone. Il corto, prodotto dall’associazione “Movimento Arteluna”, e dedicato al compianto Sergio De Sandro Salvati, che ne ha curato la scenografia, si avvale anche della presenza di altri foggiani, nel cast, come Nichi dell’Anno, direttore della fotografia, e Stefano Capasso, che ne ha curato le musiche. La storia narra le disavventure di Alex, uno scrittore anticonformista che scrive solo per se stesso e che non trova nessun editore che lo pubblichi, impedendogli, così, di realizzare il suo sogno d’amore con Luna. Alex, alter ego di Sepalone, e Luna rappresentano l’altra parte del mondo, quella scarsamente popolata, che non accetta il compromesso e preferisce vivere nella verità, piuttosto che piegarsi alla menzogna e alla finzione di chi esiste solo per far soldi, prostituendo l’arte ai mestieranti di turno. Come spesso accade anche nelle favole, l’ideale di una realtà viva si scontra con la durezza concreta della quotidianità, in cui i protagonisti sono costretti a soccombere, finendo per non vivere mai il loro sogno, destinato a rimanere tale senza mai realizzarsi davvero. Non ci sembra però che le suggestioni oniriche del giovane Sepalone si possano assimilare alle aspirazioni infrante di Alex, se queste sono solo le premesse del suo futuro impegno professionale, dopo i due corti “Allegro ma non troppo” del 2008 (quinto premio al Premio Perini, Milano) e “Arrivederci a questa sera” del 2005 (menzione speciale al “Sottodiciotto film Festival” di Torino).
Scritto da: Antonietta Pistone


Gazzetta Web