GazzettaWeb.info
COLLABORA
corsi
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

RAFFAELE GUASTAMACCHIO: un lungo viaggio attraverso molteplici esperienze

Scritto da redazione il 6/12/2012


RAFFAELE GUASTAMACCHIO: un lungo viaggio attraverso molteplici esperienze

Fra gli artisti contemporanei emerge con la sua innata capacità di rinnovarsi, Raffaele Guastamacchio. Un’arte non statica la sua, ma in continua evoluzione, frutto di una ricerca continua che ha portato il nostro artista a livelli espressivi notevoli.
In anni di studio intenso e di amore per il “segno” ha esplorato nuove vie dell’arte, tracciando un percorso pieno di significati e, soprattutto, innovativo.
Dedicarsi scrupolosamente ad una espressione d’arte che usa le forme per trasmettere emozioni, idee e ideali, per Guastamacchio risponde ad un preciso disegno, dettato da un animo sensibile e pregnante di poesia.    
Il suo, nelle novità che ci esterna con la sua creatività, è un linguaggio universale, che si fa particolare nella interpretazione di coloro che lo interpretano con gli occhi dell’inconscio.
La perseveranza e l’ostinazione del nostro artista nel creare nuovi modelli d’arte non è dettata da mera improvvisazione, ma dal bisogno di realizzare più compiutamente se stesso.
La tecnica è evidentemente un aspetto essenziale del fare arte, ma mai fine a se stessa: essa è frutto di una genesi che si forma e si evolve nel tempo. Il viaggio nell’arte di Raffaele Guastamacchio appare come quello di Ulisse alla ricerca della sua Itaca, un lungo viaggio attraverso molteplici esperienze, difficoltà, scoramenti, incomprensioni, successi, ma senza perdere di vista l’approdo naturale che per l’artista è l’inventare un linguaggio nuovo dell’Arte, adeguato ai nostri tempi, alla nostra civiltà informatica, al nuovo uomo che si viene formando in questo nostro inquieto secolo.
Dalla natura morta al quadro denuncia, al ritratto civile, al paesaggio, al realismo cromo-strutturale, alle serigrafie su cartoncino nero, il cammino di Guastamacchio è un susseguirsi di tappe che non intravedono ancora il traguardo finale.    Incontenibile per l’entusiasmo che pone in ogni sua opera, incontentabile per il suo tendere alla perfezione, l’artista, svincolato dai modelli tradizionali e consuetudinari che proliferano nelle tante gallerie d’arte, continua a regalarci meraviglie, emozioni e tanta originalità.
L’arte di Guastamacchio è un discorso aperto dove la parola fine è lungi dall’essere scritta. E’ un    artista vero che non vive sugli allori, che si rimette in gioco di volta in volta.
Non cerca facili consensi, ma è conscio che l’arte, la sua arte richiede una lettura non superficiale per essere compresa e interiorizzata. Con l’arte si può migliorare questo nostro mondo che ha smarrito la bussola dei valori.
Secondo J. W. Goethe “per sfuggire al mondo non c’è niente di più sicuro dell’arte e niente è meglio dell’arte per tenersi in contatto con il mondo”.
GIUCAR MARCONE


Gazzetta Web