GazzettaWeb.info
COLLABORA
corsi
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

ROSETO VALFORTORE - IL CATECHISMO DEL ROSETANO

Scritto da redazione il 22/7/2010


ROSETO VALFORTORE - IL CATECHISMO DEL ROSETANO

Questa sera, alle 19.30, nella sala polifunzionale comunale di vico Donatelli, Michele Urrasio presenterà “Il catechismo del rosetano” di don Michele Marcantonio, uomo di eccelsa cultura, scomparso lo scorso anno. La pubblicazione è stata possibile grazie alla Fondazione “Famiglia Attilio Cascioli”, ente dotato di personalità giuridica che ha lo scopo di attuare le iniziative di interesse sociale e culturale, quali l’assistenza alle persone anziane ed in condizioni economiche disagiate con l’acquisto di attrezzature e con altre forme di intervento, lo sviluppo dell’istruzione e della cultura dei cittadini di Roseto Valfortore istruendo premi di studio per studenti di scuole Medie, Superiori e Universitarie, non trascurando l’aiuto alle scuole d’obbligo con l’acquisto di attrezzature e sussidi didattici, l’educazione per la prima infanzia e l’educazione religiosa presso la Chiesa Madre.
La pubblicazione è stata curata dal poeta Michele Urrasio che ha così esaudito l’estremo desiderio di Don Michele.
Alla presentazione interverranno Giuseppe Trincucci e Giuseppe De Matteis, relatore ufficiale Michele Urrasio. Sua la nota biobibliografica che riportiamo di seguito.
“Don Michele Marcantonio è nato nel 1923 a Roseto Valfortore. Dopo le scuole elementari entrò nel Seminario di Luce. Nel 1941 conseguì, presso il Convitto Nazionale «Ruggiero Bonghi» della stessa città, la licenza ginnasiale con la borsa di studio. Nel 1944, nello stesso Istituto, conseguì la maturità classica. Nel 1962 si iscrisse all’Università di Bari dove si laureò in lettere moderne nel 1966.
Ha insegnato religione e quindi lettere nelle scuole statali. Vincitore del concorso a Preside nel 1982, fu assegnato alla scuola media di Bovegno (Brescia). Dopo le presidenze di Celenza Valfortore e di Montefalcone Valfortore, ebbe quella di Roseto e per ultima quella di Biccari.
Molteplice il suo interesse culturale dimostrato dalle tante pubblicazioni e dalla collaborazione a numerose riviste scientifiche e letterarie.
Oltre al presente Il Catechismo del Rosetano, ha pubblicato: La superstizione nell’Alta Valle del Fortore, 1968; Sangue e Unità, 1972; Proverbi dialettali, 1973; Le reazioni in Capitanata nel 1860, 1976; Dizionario etimologico dialettale: dall’indoeuropeo alle parlate locali - saggio scientifico, 1982; Rosito A.D. 752, 1982; La Madonna della Consolazione, 1982; Abbasso la guerra, ossia tre passi a ponente – romanzo storico, 1982; Tùlleje e Mmàleje, 1988; Il Glucamaro – poesie, 1989; S. Filippo Neri, Protettore di Roseto, 1990; Roseto Sacra, I vol. (1500-1773), 1991; Ro-seto Sacra, II vol. (1800-1900), 1992; Rosito dalle origini al 1500, 1994; La Malvizza – ricerche storiche e archeologiche, 1994; Un saio alle ortiche – romanzo storico, 1997; L’agguato – romanzo, 2001; A pippe tatone, ossia la pipa del nonno, 2005.
Don Michele è tornato alla Casa del Padre il 23 maggio 2009.“
RED


Gazzetta Web