GazzettaWeb.info
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

Secondo posto per il Marconi Gluten Friendly al Concorso Articolo 9 della Costituzione

Scritto da antonietta pistone il 11/6/2017


Secondo posto per il Marconi Gluten Friendly al Concorso Articolo 9 della Costituzione

Il Liceo Guglielmo Marconi sul podio, ieri alla Camera, per la cerimonia di premiazione del concorso “Articolo 9 della Costituzione”. Il video sul “Gluten friendly” della classe IV D si è aggiudicato il secondo posto nella sezione dei cortometraggi delle scuole medie di secondo grado. A ritirare il premio due studenti della classe IV D, Francesco Numero e Maria Pia Strazzella, accompagnati dalla loro insegnante di Scienze, professoressa Anna Maria D’Alessandro, e dalla professoressa Maria Di Foggia, responsabile del progetto che ha visto impegnate ben tre classi quarte del liceo Marconi (oltre alla IV D, la IV I e la IV sui temi della ricerca scientifica e tecnica, espressamente richiamata dal principio costituzionale come un patrimonio da sviluppare.    Presenti a Roma ieri anche Maria Federica Zelano e Mario Ruotolo della IV I accompagnati dalla docente di Scienze professoressa Flora Marino.
Il Liceo Marconi è l’unico istituto pugliese di scuola secondaria premiato ieri; nella sezione della scuola primaria un premio è andato anche al video della “S. Francesco d’Assisi” di Altamura. Un risultato importante, dunque, se si pensa che sono stati 250 i cortometraggi in gara; 538 le classi coinvolte nel progetto tra sezione video e sezione fotografica.
“Perchè io no?” il titolo del video della IV D, “valutato pienamente rispondente – è stato detto nella motivazione – alle finalità del progetto/concorso, di grande impatto comunicativo e per aver saputo intercettare attività di alto valore scientifico”. Il corto degli studenti del Marconi ha portato alla ribalta nazionale uno dei progetti più ambiziosi dei ricercatori dell’Università degli Studi di Foggia, quello guidato dalla dottoressa Carmela La Macchia, che studia come far diventare “amichevole” il glutine, modificandone le proteine. Il video inizia con le immagini di una festa di bambini: tutti mangiano, tranne un bambino, affetto da celiachia. Sul suo viso delusione, ma anche speranza che qualcosa possa cambiare. E allora inizia il viaggio nei laboratori del “New Gluten World”, spin off dell’Università di Foggia. E con la “farina amichevole” viene realizzata la pizza che finalmente potrà mangiare, alla festa, anche il bambino celiaco, finalmente sorridente.
Il valore aggiunto del video premiato è stato anche quello di aver dato un’immagine positiva, creativa, produttiva del territorio della provincia di Foggia. Il progetto di ricerca studiato dalla IV D parte dalla ricchezza primaria del Tavoliere, il grano, e le immagini ad effetto dei campi rendono bene il messaggio. Del resto anche l’altro video finalista, “Il benessere è un Tavoliere di oro rosso”, (su un altro progetto di ricerca dell’ateneo foggiano, quello sulle proprietà del licopene, molecola presente nel pomodoro, in grado di contrastare malattie neuroplastiche e dell’invecchiamento), ha il merito di aver portato all’attenzione nazionale un’altra grande produzione del territorio, quella del pomodoro.
Il progetto articolo 9 della Costituzione è stato dunque di grande valenza educativa perché i ragazzi si sono avvicinati alla ricerca scientifica dei nostri Dipartimenti universitari sui prodotti del territorio. Le immagini del video “Perchè io no?” sono state realizzate da Giuseppe De Filippis e Maria Pia Strazzella. Montaggio a cura di Francesco Numero, Laura Romano e Alessio Spezzati; effetti sonori: Francesco Rolfi; effetti di scena: Raffaele Ricci, Matteo Normanno.
Alla cerimonia è intervenuto uno degli studenti che ha curato il montaggio, Francesco Numero che ha dichiarato: “Abbiamo vissuto quest'esperienza con la consapevolezza che ci avrebbe permesso di sviluppare le nostre capacità; e infatti, ognuno di noi ha rivestito un ruolo ben preciso affinché l'elaborato risultasse un lavoro originale e coerente con le finalità del concorso”.
“Dopo aver compreso l'importanza della ricerca e delle sue applicazioni, ci siamo impegnati per creare un filmato che sintetizzasse, nel miglior modo possibile, la differenza tra il prima e il dopo, tra passato e presente, un filmato che proclamasse la vittoria della tecnica, della scienza e dell'innovazione. Ciò che mi auguro è che nessuno di noi giovani perda l’amore per la curiosità e la conoscenza” ha concluso Numero.
Comunicato stampa del liceo scientifico G. Marconi di Foggia


Gazzetta Web