GazzettaWeb.info
COLLABORA
corsi
ParlarePubblico
Sei qui: GazzettaWeb
Invia questa pagina ad un amico Versione stampabile

X Giornate Geriatriche della Daunia

Scritto da antonietta pistone il 4/5/2022


X Giornate Geriatriche della Daunia

Il Cervello tra Polmone, Cuore e dintorni…

Venerdì 6 e sabato 7 maggio, presso la suggestiva sala del Palazzo della Provincia in piazza XX Settembre 20, si terranno le X^ Giornate Geriatriche della Daunia, organizzate dal Dipartimento di Medicina Geriatrica a finalità clinico - riabilitativa del Policlinico Riuniti di Foggia,diretto dal Dott Massimo Davide Zanasi.
Il tema della riunione scientifico sarà: “Il Cervello tra Polmone, Cuore e dintorni…”.
Oltre alle autorità che porteranno il loro saluto ai partecipanti, interverranno relatori locali ed esperti di chiara fama nazionale.
L’evento scientifico si articolerà in 4 sessioni, il cui filo conduttore sarà la pandemia Covid, che malgrado sia in attuale fase di decremento numerico di casi positivi, alberga ancora tra noi.
Peraltro, è innegabile che proprio gli anziani abbiano dato un importante    contributo numerico per quanto riguarda i decessi.
Da più parti si rivolge l’attenzione agli esiti della malattia (post e long covid) che si sovrappongono con le tante e contemporanee malattie che affliggono l’anziano, come Deficit cognitivi, Diabete, Ipertensione Arteriosa, Scompenso cardiaco ecc , determinando cosi    un effetto domino che spesse volte, purtroppo, li porta alla disabilità, fino alla morte.
Coloro    che sopravvivono, invece, accusano la persistenza di disturbi variegati che in letteratura    sono sintetizzati come segue: Debolezza (Astenia); Fiato corto o difficoltà di respirazione; Tosse; Dolori articolari, muscolari o toracici; Difficoltà di memoria o concentrazione, Battito cardiaco accelerato; Perdita di gusto ed olfatto; Febbre; Capogiri nell’alzarsi.
Tutti questi sintomi    peggiorano dopo attività fisica o mentale.
Da tali    premesse ha preso vita il bisogno di realizzare questo evento culturale, con la finalità di riuscire a mettere intorno ad un tavolo professionisti sanitari, che rendano realistica una cultura sanitaria e assistenziale multidisciplinare, finalizzata a ridurre l’incidenza di disabilità, non autosufficienza e dipendenza dagli altri, auspicando l’umanizzazione delle cure così tanto, da più parti, auspicata.


Gazzetta Web